Nasce Italiabonus.it, piattaforma di Confeserfidi per cedere e comprare all’asta crediti fiscali

Confeserfidi LogoImprese e professionisti che detengono crediti fiscali dei clienti (come il Superbonus 110% e gli altri bonus edilizi, vacanze e locazioni) e, di contro, non hanno liquidità per sviluppare la loro attività, oltre alla cessione dei crediti fiscali alle banche, da oggi possono anche collocarli sul mercato tramite un meccanismo di vendita all’asta sulla nuova piattaforma online ItaliaBonus.it. L’iniziativa digitale è targata ConfeserFidi, confidi 106 siciliano vigilato da Bankitalia, e consente anche di rivolgersi al “point finanziario” per ottenere finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per acquisto attrezzature, anticipo su commesse da eseguire e acquisto dei crediti fiscali dei clienti.

Nel nuovo mercato dei crediti fiscali ConfeserFidi si pone inoltre come centro di servizi finanziari per la gestione dei cantieri da parte di general contractor, consorzi e reti di professionisti, nonché per la garanzia alle banche sui finanziamenti a imprese edili selezionate e per intermediare a favore di privati le risorse con cui pagare lavori eseguiti da imprese non solo col Superbonus 110%, ma anche con l’Ecobonus al 50%.

Realizzata con Fintech Farm e online da oggi, ItaliaBonus.it vuole essere un marketplace nel quale far incontrare in tempo reale le esigenze di chi cerca liquidità e quelle di chi, avendola, vuole farla fruttare subito. “Con ItaliaBonus, ConfeserFidi mette a disposizione di imprese e professionisti un nuovo mercato istantaneo, trasparente e sicuro, che consente di trasformare subito in liquidità, a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle praticate dal sistema bancario, i crediti fiscali maturati dai clienti e ceduti alle imprese come, ad esempio, il Superbonus 110% in edilizia, il Bonus vacanza per gli operatori turistici e alberghieri e il Bonus locazione per gli esercenti di attività commerciali e i professionisti per i loro uffici”, si legge in una nota del confidi siciliano.

Sulla piattaforma partecipa alle negoziazioni un consolidato mercato di operatori specializzati nell’acquisto di crediti fiscali (istituti di credito, società finanziarie, investitori professionali), ma anche imprenditori meno colpiti dalla crisi e soggetti dotati di risparmi da investire la cui solidità è stata preventivamente verificata da ConfeserFidi: figure che hanno tutto l’interesse ad ottenere subito rendimenti annui maggiori rispetto ad altri investimenti con la stessa classe di rischio (es. Btp a 5 o a 10 anni) e/o di ottimizzare il proprio carico fiscale.

Il nostro primario obiettivo è quello di offrire un aiuto concreto e immediato alle imprese e ai professionisti italiani che hanno difficoltà a ripartire perché carenti di liquidità – spiega Bartolo Mililli, amministratore delegato di ConfeserFidi -. Pensiamo, ad esempio ai tanti albergatori e agenti di viaggio che quest’estate hanno incamerato i Bonus vacanze e che non hanno sufficienti debiti fiscali da compensare: con ‘ItaliaBonus’ possono trasformare subito questi crediti in liquidità pronta da reinvestire nell’attività. Allo stesso modo un’impresa di costruzioni alle prese con più cantieri di ristrutturazione e che ha già perso qualche punto praticando lo sconto in fattura, non ha la forza finanziaria per attendere cinque anni l’incasso dall’Agenzia delle Entrate. Su ‘ItaliaBonus’, invece, può incassare subito tutti i crediti fiscali, e questo le consente di gestire qualsiasi numero di cantieri contemporaneamente”.