Negli USA è difficile per tutti ottenere un mutuo, ma per i lavoratori autonomi e per i piccoli imprenditori è ancora più complicato

Mentre prima della crisi, la concessione dei mutui avveniva sulla base di proiezioni di redditi futuri, oggi questo metodo non può più essere usato, perché molti clienti nel passato avevano dato dati falsi e si sono indebitati per molto di più di quello che potevano realmente pagare. In effetti esiste ancora qualche banca come la Hudson City Savings Bank che utilizza questi metodi, ma applica dei costi dei tassi di interesse mediamente di un 25% superiori rispetto alla media del mercato e richiede di versare almeno il 30% dell’importo richiesto.

L’unica speranza che hanno oggi i liberi professionisti è quella di presentare almeno due anni di dichiarazioni dei redditi e sperare di essere adatti per un mutuo convenzionale. Per l’ottenimento del mutuo la disponibilità di cash, la stabilità dell’utile degli ultimi due anni e un credit score elevato sono fondamentali. Considerando però che la crisi ha portato molti professionisti ad “alleggerire” le tasse, sono oggi pochi che possono avere facilmente un mutuo.

Negli USA è difficile per tutti ottenere un mutuo, ma per i lavoratori autonomi e per i piccoli imprenditori è ancora più complicato ultima modifica: 2010-05-16T21:02:45+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: