Npl, accordo tra Leasys e la finthech WizKey per digitalizzare cessione crediti deteriorati

Digitalizzare l’intero processo di negoziazione e cessione dei crediti, anche nell’ambito di operazioni di cartolarizzazione, dando una spinta concreta alla standardizzazione dei processi, per favorire così la creazione di un mercato secondario del credito trasparente, liquido ed efficiente. È l’obiettivo della partnership siglata tra Leasys, la società controllata da Fca Bank, leader della mobilità in Italia e tra i principali player in Europa, e WizKey, fintech attiva nell’offerta di soluzioni per il mercato del credito, per l’utilizzo della piattaforma “Define” nell’ambito del processo di cessione dei propri stock di non performing loan (npl).

L’intesa si propone di migliorare la gestione della nuova ondata di crediti deteriorati, derivanti dalla crisi economica innescata dalla pandemia in atto.

Tramite la piattaforma “Define”, che sfrutta le potenzialità della blockchain, Leasys potrà utilizzare una tecnologia all’avanguardia per velocizzare le operazioni di cessione di crediti non performing, grazie a un’infrastruttura di mercato efficiente e sicura. Grazie a un sistema di smart contracts, infatti, il credito potrà essere tokenizzato e trasferito facilmente in pochi click.

“La partnership con Leasys ci rende particolarmente fieri del lavoro che stiamo portando avanti ormai da mesi: si tratta di un punto di partenza fondamentale per promuovere un’iniziativa che trasformerà completamente il mercato del credito. La crisi finanziaria del 2008 ci ha già mostrato come una gestione inefficiente dei crediti deteriorati metta sotto stress l’intero sistema Paese e possa causare seri rischi sistemici. È sempre più evidente la necessità di strumenti tecnologicamente avanzati per affrontare la prossima ondata di npl, strettamente connessa alla recessione in corso e che si manifesterà con più forza nei prossimi anni”, ha dichiarato Marco Pagani, ceo e founder di WizKey.

L’emergenza covid-19 è una sfida per tutti noi e il mondo delle imprese è messo a dura prova. In una situazione senza precedenti, Leasys ha dimostrato ancora una volta grande spirito d’innovazione con questo accordo strategico, che gli permetterà di essere, anche in questo ambito, un passo avanti. Le iniziative intraprese nell’ambito della digitalizzazione della gestione del credito ci hanno permesso di limitare gli impatti economici della pandemia, e faranno da propulsore per il rilancio dell’attività nell’arco del 2021”, ha aggiunto Dario Petrelli, credit director di Leasys.