Nsa presente alla VII edizione di Credito al credito

Nsa LogoIl Gruppo Nsa sarà presente alla settima edizione di “Credito al credito – competitivi per la crescita”, convention sul credito alle famiglie e alle imprese organizzata da Abi in collaborazione con Assofin – che si terrà oggi e domani a Roma, presso Palazzo Altieri.

Gaetano Stio, presidente del Gruppo Nsa, interviene oggi giovedì 17 novembre 2016 nella sessione plenaria introduttiva dedicata alle imprese “Il credito alle imprese tra regole e opportunità”, in cui si analizza l’evoluzione dell’attività creditizia nel nuovo contesto operativo e concorrenziale con particolare attenzione alle nuove regole in materia di rischio di credito e di redazione dei bilanci. Francesco Salemi, amministratore delegato del Gruppo Nsa, parteciperà domani venerdì 18 novembre 2016 al panel “Mitigazione del rischio di credito” durante cui saranno approfondite le nuove opportunità esistenti per migliorare la gestione del rischio di credito, le politiche di accantonamento, la riforma del Fondo di garanzia per le Pmi e le nuove possibilità di relazione con i confidi.

“Nsa è un partner importante per le banche e per le imprese – ha spiegato Gaetano Stio, presidente Gruppo Nsa -. Siamo il più grande e importante mediatore creditizio italiano operante nel mercato delle pmi, tra quelli iscritti all’albo di Banca d’Italia (Oam). Considerato lo scenario attuale, il nostro obiettivo è creare un innovativo modello di interazione tra banca e impresa che non richieda alle parti radicali cambiamenti di cultura, forti investimenti in tecnologia ed elevati standard formativi, e che consenta, di facilitare i rapporti, migliorare nettamente la cristallinità e la verificabilità delle informazioni scambiate e incrementare i finanziamenti e i margini per servizi, alzando nettamente la percezione del servizio da parte degli imprenditori”.

“Nsa tramite le 15 banche partner ha erogato ad oggi 14.000 finanziamenti a 9.000 tra Pmi e Mpmi – ha aggiunto Francesco Salemi, amministratore delegato del Gruppo -. Le imprese ci chiedono la gestione integrale dei rapporti con le banche e del ciclo del Fondo di Garanzia, oltre al supporto nella trattativa sulle condizioni. Delle 14.000 operazioni erogate dalle banche che abbiamo procacciato, il finanziamento medio è stato di 205.000 euro e il default rate dell’1,9%. La nostra esperienza ci insegna che il sistema di rating è utile ma non sufficiente: il principale elemento di mitigazione del rischio di credito resta una corretta valutazione della capacità di rimborso dell’impresa, un business plan predittivo ben strutturato e costruito direttamente dall’imprenditore con sistemi di controllo statistico della probabilità di accadimento degli eventi”.