Oam, il nuovo presidente agli iscritti: “Pronto ad ascoltare tutti gli attori del mercato dell’intermediazione creditizia”

Oam Logo mediazione creditizia“Nel momento in cui assumo l’incarico di presidente, rivolgo il mio cordiale saluto a tutti gli iscritti all’Oam. Sono orgoglioso di questo incarico, che espleterò con tutto il mio impegno, e ringrazio i partecipanti alla fondazione per la fiducia accordatami”. Inizia così il messaggio che Francesco Alfonso ha rivolto agli iscritti pochi giorni dopo essersi seduto sula poltrona di presidenza dell’Organismo agenti e mediatori.

“L’Organismo costituisce un modello molto interessante: ha natura privata ma è posto a presidio dell’interesse pubblico, della protezione dei consumatori e della trasparenza del mercato – ha continuato Alfonso -. A circa un decennio dalla sua entrata in vigore, la normativa sul comparto, che ha introdotto l’Organismo disciplinandone poteri e funzioni, andrebbe probabilmente rivista: la rivoluzione tecnologica che investe tutti i settori sta avendo un impatto anche sul lavoro degli agenti e mediatori. Occorrerà che il legislatore ne tenga conto. Confido che questo mandato possa svolgersi in un clima di fattiva collaborazione, nel solco del lascito del compianto presidente Catricalà. Insieme al nuovo comitato di gestione sarò pronto ad ascoltare tutti gli attori del mercato dell’intermediazione creditizia conscio della funzione fondamentale che svolgono a favore di cittadini e imprese, soprattutto in un momento tanto delicato per il Paese”.