Oggi a Matera IX tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le Pmi verso i mercati esteri”

Credito 2Si è tenuta oggi a Matera, la città italiana designata a ricoprire l’ambito ruolo di Capitale Europea della Cultura per il 2019, la IX tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le Pmi verso i mercati esteri”, dedicato all’’internazionalizzazione delle imprese italiane, iniziativa che vede per la prima volta insieme tutti i soggetti, pubblici e privati, del Sistema Italia, impegnati in un’azione congiunta di medio termine su tutto il territorio nazionale per sostenere le imprese nei processi di internazionalizzazione.

L’evento, aperto a tutte le imprese, ha rappresentato una costruttiva occasione di confronto per conoscere più approfonditamente gli strumenti messi a disposizione delle imprese per internazionalizzarsi e aprirsi con successo ai mercati globali. Innovazione, qualità e idee sono un patrimonio diffuso nel materano, occorrono quindi consulenza e servizi adeguati per fare in modo che diventino, sempre di più, ricchezza condivisa anche all’estero, con positive ricadute per l’intero territorio.

A fornire i saluti di benvenuto, inaugurando i lavori, è stata Rosa Gentile, presidente Confartigianato Imprese Matera: “L’internazionalizzazione delle Pmi è uno degli elementi chiave del rilancio della competitività del nostro Paese. È mio auspicio che iniziative come il Roadshow contribuiscano ad allineare meglio il mondo delle istituzioni preposte all’internazionalizzazione con il mondo delle imprese che vogliono (o devono farlo per reagire alla crisi) promuovere i propri prodotti all’estero per posizionarsi in modo efficace nel mercato globale. Sono contenta che il Roadshow si svolga a Matera, nel cuore dell’eccellenza storica e artistica del Mezzogiorno d’Italia. Protagoniste sono le piccole e piccolissime imprese che hanno bisogno di azioni mirate alla loro tipologia e una forte azione di accompagnamento. Ed è in questo senso che le istituzioni, in primis l’Ice, e le associazioni come Confartigianato (interpreti dei loro bisogni) sono chiamate a svolgere un ruolo veramente strategico”.

Ad aprire gli interventi della sessione tecnica è stata Alessandra Lanza, partner Prometeia, che ha parlato di scenari internazionali in termini di prospettive e opportunità.

“Parafrasando, e forzando un po’ Lavoisier, possiamo dire che la ricchezza non solo si crea e si distrugge, ma si trasferisce. E le imprese devono essere brave a cogliere velocemente le proprietà di tali spostamenti per intercettare al meglio la crescita di domanda di Italia che ciò può comportare”. È quanto affermato da Carlo Formosa, direttore centrale per l’Internazionalizzazione del Sistema Paese e le Autonomie Territoriali del Maeci, in relazione alla capacità della Farnesina di leggere tali trend attraverso la rete diplomatico-consolare: circa 300 strutture tra ambasciate, consolati e istituti di cultura “un asset strategico per indirizzare le imprese verso le migliori opportunità di crescita sui mercati esteri. È fondamentale che il sistema imprenditoriale impari a sfruttare al meglio il software informativo che le Ambasciate mettono a disposizione del nostro sistema imprenditoriale interessato all’internazionalizzazione” ha concluso.

Antonino Laspina, direttore Ufficio di Coordinamento Marketing Ice-Agenzia ha quindi preso parola: Quella di Matera è la 36esima tappa del Roadshow per l’internazionalizzazione voluto dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale. La tappa di Matera, organizzata ancora una volta in collaborazione con organismi territoriali e di rappresentanza delle imprese, vede Confartigianato nel ruolo di partner prioritario. Questa tappa consentirà ad agenzie come Ice, Sace e Simest di comunicare in maniera più diretta con le imprese, fornendo loro aggiornamenti sugli strumenti che il governo mette a disposizione per l’internazionalizzazione; in particolare la sessione pomeridiana consentirà a circa 75 imprese di avere incontri individuali che porteranno, in futuro, alla possibilità di usufruire di pacchetti formativi e di servizi da parte degli uffici Ice all’estero”.

Rossella Zurlo, account manager Puglia Basilicata Calabria e Molise della Sace e Carlo De Simone, responsabile Relazioni Istituzionali e Studi della Simest hanno poi illustrato in modo approfondito gli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione, di cui le imprese possono avvalersi per espandersi con successo sui mercati globali.

Al termine della mattinata la parola è andata a Gianuario Aliandro, socio Caseificio Petruzzi Andrea srl, che ha avuto modo di raccontare il proprio percorso di internazionalizzazione.

Nella fase pomeridiana, dalle 13.00 alle 18.00, gli imprenditori di tutti i settori merceologici hanno avuto la possibilità di partecipare ad incontri individuali con i funzionari dell’Ice e delle altre organizzazioni che collaborano all’iniziativa, per studiare insieme modalità e strategie individuali per internazionalizzarsi con successo.

Il roadshow “Italia per le imprese, con le Pmi verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all’Ice-Agenzia, a Sace e a Simest, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia.

Oggi a Matera IX tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le Pmi verso i mercati esteri” ultima modifica: 2016-06-22T13:20:54+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: