Osservatorio Compass sui venditori convenzionati: nei primi 9 mesi del 2015, volumi di erogato in crescita del 13,1%

Compass LogoForte ottimismo per il 2016 secondo i primi dati del terzo Osservatorio Compass sui venditori convenzionati: il 46,5% degli intervistati si attende una ripresa delle vendite per il 2016, dopo la condizione di maggiore stabilità espressa a luglio 2015.
 
Guardando al 2015, le percezioni sull’andamento delle vendite nel secondo semestre sono differenti in base al settore considerato: mentre i convenzionati del settore auto e arredamento hanno vissuto l’ultima parte dell’anno con un giro d’affari sostanzialmente stabile, per l’elettronica la crescita è più marcata.

In termini di importi finanziati, i primi nove mesi del 2015 evidenziano una crescita dei volumi di erogato del 13,1% rispetto allo stesso periodo del 2014. In particolare, il terzo trimestre del 2015 è stato il periodo che ha registrato un maggiore aumento in termini relativi rispetto allo scorso anno (+16.6%). Si stima un 2015 con una crescita del 12% rispetto al 2014, con il settore della mobilità che cresce del 14,5% e si posiziona al primo posto per i volumi di erogato totali (78%).

L’elettronica torna a crescere a un ritmo sostenuto: infatti i primi nove mesi dell’anno registrano una crescita dell’11,3% rispetto allo stesso periodo del 2014, toccando il livello massimo mai registrato prima nel periodo di osservazione e riportando così i volumi al 2011. Osservando il dettaglio per numero pratiche, è questo il comparto più importante, con il 43% delle operazioni di finanziamento.
L’arredamento cresce a doppia cifra (+10,2%), anche se non riesce a riconquistare il terreno perso negli ultimi due anni, e rappresenta il 9% del mercato per volumi erogati.
Focus sul settore Elettronica
Il settore dell’elettronica, cui è dedicato il focus dell’Osservatorio sui convenzionati, mette in luce ancora una volta il ruolo primario del credito al consumo negli acquisti: oltre la metà dei clienti che hanno finanziato un acquisto (60% rispetto a una media di mercato pari al 57%), avrebbe rinunciato a effettuare la spesa senza questa alternativa. Più del 20% avrebbe, invece, rimandato l’acquisto.
“Il nostro osservatorio mette ancora una volta in evidenza come il credito al consumo svolga un ruolo di primaria importanza nel supportare le vendite di tutti i settori – ha dichiarato Francesco Caso, direttore generale di Compass – confermando ancora una volta che, senza il sostegno di questi servizi, oltre la metà dei consumatori avrebbe rinunciato all’acquisto e oltre il 20% lo avrebbe almeno rimandato”.

Nello specifico, nel settore dell’elettronica registra la leadership il comparto della telefonia, che traina le vendite secondo il 79% dei rispondenti. Seguono i pc e i tablet (36%) e gli elettrodomestici del lavaggio (31%). La telefonia, oltre ad essere la categoria più venduta è anche la più finanziata, grazie alle promozioni e piani tariffari strutturati per un’offerta dilazionata nel tempo. Seguono gli elettrodomestici del freddo e del lavaggio.

Il settore è caratterizzato da un trend molto importante, ossia la percezione dell’aumento significativo della concorrenza dei venditori online, grazie, in particolar modo, ai prezzi ridotti rispetto al canale fisico. Ciononostante, oltre l’85% dei convenzionati intervistati pensa che la maggior parte dei propri clienti, dopo essersi informata tramite il canale web, preferisca comunque acquistare presso il punto vendita fisico.

Tra le motivazioni che spingono i clienti a scegliere di acquistare sul punto vendita fisico risulta fondamentale il rapporto con il venditore e la possibilità di toccare con mano il prodotto. Altro elemento discriminante è la disponibilità immediata del bene. Anche la competenza del venditore rimane fondamentale, nonostante la crescente importanza del ruolo del web tra i canali di informazione scelti dai clienti.

La qualità complessiva del prodotto è l’elemento che viene considerato più rilevante, ma non solo: secondo i convenzionati intervistati, la presenza di promozioni sul punto vendita rappresenta una forte leva competitiva (ogni 100 prodotti venduti, 48 vengono acquistati proprio grazie alla presenza di sconti e promozioni).

I finanziamenti richiesti per l’acquisto di beni nel campo dell’elettronica sono solitamente di media durata, dai 7 ai 10 mesi nel 38% dei casi e dai 19 ai 24 mesi nel 25% dei casi, e di importo medio, tra i 1.000 e i 1.500 euro nel 20% dei casi, con una rata compresa tra i 30 e i 59 euro per quasi la metà delle richieste approvate.

Osservatorio Compass sui venditori convenzionati: nei primi 9 mesi del 2015, volumi di erogato in crescita del 13,1% ultima modifica: 2016-02-11T13:44:10+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: