Osservatorio Findomestic, ad aprile soddisfazione degli italiani in calo

Findomestic LogoL’Osservatorio mensile Findomestic di aprile riporta le opinioni degli italiani sul tema Expo 2015. Secondo lo studio la quasi totalità degli intervistati dichiara di sapere cosa è Expo e 9 intervistati su 10 affermano di conoscere anche i temi al centro dell’esposizione. Le opinioni attorno ad Expo 2015 evidenziano un clima positivo: tre quarti degli italiani infatti vede l’evento come una opportunità per l’Italia e per Milano in particolare, mentre solo il 18% guarda ad Expo come un problema per il Paese. Tra gli ottimisti emergono in particolare due fattori: le opportunità per le aziende di sviluppare il business a livello internazionale e la spinta che Expo potrà assicurare al settore agroalimentare italiano.

Tuttavia vi è dello scetticismo riguardo al possibile esito dell’esposizione universale, che mostra infatti una spaccatura: per metà sarà un successo, per l’altra metà un insuccesso. Il 44% del campione pensa che potrebbe visitare l’Expo e il 9% degli italiani che lavorano dichiara di avere acquistato un biglietto.

Benché gli intervistati abbiano dimostrato una certa curiosità, rimane tuttavia della disinformazione riguardo a come sarà allestita l’esposizione e alle modalità di visita. Infatti solo il 33% degli italiani si ritiene informato, mentre uno su quattro afferma di non aver neanche un’idea di come sia organizzata la manifestazione.

Il campione segnala la televisione come il mezzo di informazione principale, seguito dai siti internet e da quotidiani e riviste. L’effetto Expo non si fa per ora sentire sulle aspettative degli intervistati: diminuisce la soddisfazione degli italiani sia per la situazione personale (dal 4,77 al 4,64) che per la situazione italiana (dal 3,93 al 3,83).

Anche il risparmio è leggermente calato assestandosi dal 35,5% al 29,4%, rimanendo comunque in linea con la serie storica.

Previsioni di acquisto a tre mesi

Elettrodomestici: ad aprile l’elettronica di consumo e gli elettrodomestici grandi e piccoli mostrano un trend negativo, mantenendo comunque livelli superiori rispetto all’aprile dell’anno passato. Diminuiscono leggermente attestandosi al 18,2%, le persone interessate a comperare grandi elettrodomestici, cresce invece il budget destinato a questa categoria che passa da 707 € a 762 €. Scende la propensione di spesa sia per i piccoli elettrodomestici che per l’elettronica di consumo che si attestano rispettivamente al 30,2% e al 26,6%. Rimane invece costante la spesa media prevista per entrambe le categorie per cui gli italiani sono disposti a spendere 181€ per i piccoli elettrodomestici e 567 € per l’elettronica di consumo.

Informatica, telefonia e fotografia: bene la propensione di acquisto per tutti i beni legati a queste categorie ad eccezione del comparto pc ed accessori che si trova in flessione. Sale la propensione all’acquisto per fotocamere, tablet e per la telefonia rispettivamente al 16,4%, 17,6% e al 29,0%. In leggera discesa invece le previsioni di comperare pc ed accessori che si attestano al 22,9%. Per quanto riguarda la spesa media prevista, gli Italiani pensano di spendere 524 € per PC e accessori, 332€ per fotocamere e videocamere, 312 € per beni legati alla telefonia e 280 € per tablet e ebook.

Auto e moto: si interrompe la crescita delle intenzioni di acquisto in tutto il settore della mobilità. Rimane costante la spesa media prevista in tutto il settore. In diminuzione la quota di consumatori pronti ad acquistare sia un’auto nuova (15,7%) che un’auto usata (8,8%). Scende all’8,0% anche quella per i motocicli. Rimane costante la spesa destinata a tutte e tre le categorie per cui gli italiani questo mese spenderanno 19.103 € per le auto nuove, 7.120 € per quelle usate e 3.556 € per i motocicli.

Casa e arredamento: Rimane costante la propensione all’acquisto di case e arredamento. Scendono le previsioni di spesa per ristrutturazioni. Rimangono costanti le previsioni di acquisto di case (7,3%), scendono invece le intenzioni di effettuare ristrutturazioni (12%). Stabile sia la propensione all’acquisto di mobili che rimane sul 17,9% sia la spesa media prevista per l’acquisto di questo tipo di beni attestandosi a 1.976€.

Tempo libero: molto bene i viaggi. In crescita anche fai-da-te e attrezzature e abbigliamento sportivo. Salgono le previsioni per il settore del tempo libero. Viaggi e vacanze, il fai-da-te e le intenzioni di acquisto di attrezzature per abbigliamento ed attrezzature sportive aumentano rispettivamente al 41,0%, al 29,1% e al 24,5%.

Efficienza energetica: In leggero calo le previsioni di acquisto di prodotti per l’efficienza energetica. Cresce l’ammontare di spesa medio per stufe a pellet e caldaie a risparmio energetico. La previsioni di acquisto nei prossimi tre mesi sono il leggero calo sia per le stufe a pellet (8,7%) sia per serramenti e infissi (11,0%), impianti fotovoltaici (4,4%) e solari termici (3,6%). Per quanto riguarda le previsioni di spesa, salgono quelle per le stufe a pellet (1.429 €) ed infissi e serramenti (2.423 €), mentre scendono quelle per gli impianti fotovoltaici (6.291€) e solari termici (4.000 €).

Osservatorio Findomestic, ad aprile soddisfazione degli italiani in calo ultima modifica: 2015-05-04T19:03:40+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: