Osservatorio Findomestic: più ottimismo sugli acquisti futuri

Findomestic LogoÈ cresciuto a gennaio il numero di coloro che intendono effettuare un viaggio nel futuro prossimo, di quanti programmano di acquistare elettrodomestici, auto e motoveicoli o fanno previsioni di migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni. Col nuovo anno,inoltre, aumenta la soddisfazione sia per la situazione italiana sia per quella personale, altrettanto positive sono le aspettative di risparmio, che aumentano nell’ultimo mese di 1,7 punti percentuali. Se il 40% dei consumatori dichiara che sia in atto un peggioramento, il 21% comincia a intravedere segnali di ripresa consistente riconducibili principalmente ad aumento dell’ottimismo e dei consumi, e alla diminuzione dei prezzi. I dati dell’Osservatorio mensile di Findomestic relativi a gennaio 2015 evidenziano che, pur in presenza di in un quadro generale di medio lungo periodo in cui gli elementi negativi perdurano, quasi tutti i mercati analizzati a fine 2014 hanno fatto registrare un sensibile aumento delle previsioni di acquisto rispetto al medesimo periodo del 2013. È evidente quindi che molto lentamente qualcosa sta cambiando. Le intenzioni d’acquisto di auto, moto, elettrodomestici, unitamente ai viaggi, mostrano un trend positivo iniziato nell’autunno scorso. Lo stesso miglioramento è evidenziato dalla propensione all’acquisto di prodotti per l’efficienza energetica delle abitazioni.

Col nuovo anno aumenta la soddisfazione sia per la situazione italiana (dal 3,4 di dicembre a 3,7 di gennaio) sia per quella personale (da 4,5 a 4,7, il picco più alto degli ultimi 2 anni), altrettanto positive sono le aspettative di risparmio, che aumentano nell’ultimo mese di 1,7 punti percentuali. Queste previsioni sono tuttavia da contestualizzare in una economica italiana che resta problematica: se il 22% vede segnali di ripresa negli ultimi mesi, ben 2 quinti del campione ritengono che sia in atto un peggioramento mentre il 36% ritiene che non ci sia stato alcun cambiamento.

Uno dei segnali negativi menzionati è l’aumento della pressione fiscale, indicato dal 43% di coloro che non vedono tracce di ripresa. Tra coloro che, al contrario, intravedono una ripresa i principali segnali positivi sono un aumento dell’ottimismo in generale (40%) e, complice la deflazione che ha caratterizzato gli ultimi mesi del 2014, la riduzione dei prezzi (32%) e l’aumento dei consumi (23%).

Previsioni di acquisto a tre mesi

Elettrodomestici: a gennaio gli elettrodomestici grandi e piccoli mostrano un trend in crescita. Scendono leggermente invece le previsioni di acquisto dell’elettronica di consumo. Aumentano ancora, attestandosi al 18,1%, le persone interessate a comperare grandi elettrodomestici che nei prossimi tre mesi sono disposte a spendere fino a 674 €. Anche la propensione di spesa per i piccoli elettrodomestici è in crescita e arriva a toccare il 30,8%. Per quanto riguarda questa categoria il budget di questo mese aumenta, seppur lievemente, a 192 €. Diminuiscono invece al 24,9%, anche se superiori rispetto all’anno passato, le previsioni di acquisto per l’elettronica di consumo: sono leggermente in salita gli importi di spesa prevista per questi beni, per i quali lo scontrino medio è di 573 €.

Informatica, telefonia e fotografia: in calo le previsioni di acquisto per telefonia, Pc e tablet. In aumento invece gli importi che si prevedono di spendere in questa categoria. Scende la propensione all’acquisto per Pc, tablet e per la telefonia rispettivamente al 22,1%, 13,1% e al 23,2%. Stabili invece le previsioni di comperare fotocamere che si attestano al 15,7%. Per quanto riguarda la spesa media prevista, gli Italiani pensano di spendere 504 € per Pc e accessori, 367€ per fotocamere e videocamere, 310 € per beni legati alla telefonia e 300 € per tablet e ebook.

Auto e moto: continua la crescita delle intenzioni di acquisto in tutto il settore della mobilità. Stabile la spesa media prevista per l’acquisto di veicoli. Cresce all’13,7% la quota di consumatori pronti ad acquistare un’auto nuova e al 9.3% quella per le auto usate. Trend positivo anche per le persone intenzionate a comperare uno scooter, che salgono dal 5,4 al 6,2%. Rimangono invece stabili le previsioni di spesa media per scooter, auto nuove e usate per cui verrebbero spesi rispettivamente di 3.383€, 19.671€ e 6.924€.

Casa e arredamento: Sale la spesa media prevista per l’acquisto di mobili. Stabile invece la propensione all’acquisto di case. La spesa media prevista per l’acquisto di mobili sale da 1.795 a 2.055€. Resta stabile il mercato per quanto riguarda le previsioni di acquisto di case (4,4%), sono invece in lieve crescita le intenzioni di effettuare ristrutturazioni (10,4%). Diminuiscono invece al 15,4% i consumatori interessati a comperare mobili.

Tempo libero: bene i viaggi, male attrezzature sportive e fai-da-te. Salgono le previsioni per il settore viaggi e vacanze che aumentano al 31,2%. Diminuiscono invece al 23,0% le intenzioni di acquisto di attrezzature per il fai da te ed al 20,2% quelle per abbigliamento ed attrezzature sportive.

Efficienza energetica: ancora in leggero aumento le previsioni di acquisto di tutti i beni di efficienza energetica. La previsioni di acquisto nei prossimi tre mesi rimangono in leggera salita sia per gli impianti di fotovoltaico (6,0%) sia per quelli solari termici (4,9%). In crescita anche le intenzioni di comperare infissi e serramenti (9,3%), stufe a pellet e caldaie (8,6%). Per quanto riguarda le previsioni di spesa, rimangono stabili quelle per gli impianti di fotovoltaico (5.965 €), mentre aumentano quelle per gli impianti solari termici (4.696€) e di serramenti e infissi (2.990 €). Crescono anche se più leggermente le intenzioni di spesa medie di caldaie e stufe a pellet (1.458 €).

Osservatorio Findomestic: più ottimismo sugli acquisti futuri ultima modifica: 2015-02-02T16:39:05+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: