Osservatorio MutuiSupermarket.it: in crescita richieste di mutui e surroghe

Le richieste di surroghe e di mutui per l’acquisto della prima casa, soprattutto sul canale online, stanno vivendo un fase di crescita significativa, nonostante la pandemia da coronavirus. È quanto emerge dall’ultimo Osservatorio di MutuiSupermarket.it.

Dopo la stasi del lockdown, l’interesse per la casa da parte delle famiglie italiane si è riacceso e quasi supera le aspettative. I tassi sono ancora ai minimi e accendere un mutuo risulta ancora molto conveniente. Senza ombra di dubbio, i livelli dei tassi bassi favoriscono i mutuatari che vogliono comprare casa o chi invece, con la surroga, sceglie di cambiare banca per migliorare le proprie condizioni di contratto.

Da inizio agosto l’indice Euribor a 3 mesi (il parametro che regola il tasso variabile) ha registrato una riduzione di circa due punti base; al contrario l’Irs, a cui è ancorato il tasso fisso, ha registrato un costante aumento nel corso del mese di agosto di circa 15 punti base per poi perdere circa 7 punti nel corso del mese di settembre. Nel dettaglio, ad oggi l’Euribor a 1 mese si attesta sul -0,516, quello a 3 mesi a -0,484, quello a 6 mesi a -4,555. L’indice Irs a 10 anni è pari a -0,2%, quello a 20 e 25 anni è a -0,06.

Dal punto di vista dell’offerta delle banche, a inizio agosto Ubi ha aumentato di circa 10 punti base gli spread sui mutui a tasso fisso. Nella seconda metà di agosto Credit Agricole ha ridotto i tassi fissi fino a 25 punti base. A Settembre Intesa Sanpaolo ha aumentato i tassi fissi di 5 punti base. A inizio settembre Bper ha unificato la propria offerta prodotto senza più effettuare distinzioni su base geografica, riducendo mediamente i tassi di 5 punti base.

Gli istituti di credito si dimostrano ben disponibili a proporre diverse tipologie di offerte per intercettare potenziali acquirenti. Vediamo quali sono le migliori.  

Per un mutuo d’acquisto a tasso fisso a 20 anni per un importo di 140.000 euro con un valore dell’immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma, le 5 migliori proposte risultano quelle di Crédit Agricole (istruttoria in filiale, TAN 0,50%, rata 613,11€; TAEG 0,63%); Credem (istruttoria in filiale, TAN 0,40%, rata 607,07€; TAEG 0,65%); Intesa Sanpaolo (istruttoria in filiale, TAN 0,45%, rata 610,09€; TAEG 0,68%); Webank (istruttoria da casa, TAN 0,63%, rata 621,01€; TAEG 0,69%); Banca Sella (istruttoria da casa, TAN 0,62%, rata 620,40€; TAEG 0,77%).  

Per chi punta sul variabile, può fare affidamento su un Euribor, che, come abbiamo visto, è costantemente in territorio negativo.

Per un mutuo d’acquisto a tasso variabile a 20 anni per un importo di 140.000 euro con un valore dell’immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma, i primi 5 istituti che offrono le condizioni più vantaggiose sono: Unicredit (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,80%; TAN 0,32%; rata 602,04€, TAEG 0,44%); Credem (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,75%; TAN 0,26%; rata 598,64€, TAEG 0,54%); Banca Sella (istruttoria da casa, indice Euribor 3 mesi; Spread 0,95%; TAN 0,46%; rata 610,63€; TAEG 0,60%); Crédit Agricole (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,96%; TAN 0,48%; rata 611,66€, TAEG 0,61%); IWBank (istruttoria da casa, indice Euribor 1 mese, Spread 0,85%; TAN 0,55%; rata 616,14€, TAEG 0,62%).

È un momento favorevole anche per la surroga, che in termini di richieste continua a tenere un buon passo. Anche a settembre 2020, la scelta di surrogare è un’opzione sicura per risparmiare.

Ad esempio, per una surroga a tasso fisso a 20 anni per un importo di 140.000 euro con un valore dell’immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma, fra i 5 migliori prodotti risultano quelli offerti da Crédit Agricole (istruttoria in filiale, TAN 0,50%; rata 613,11€; TAEG 0,63%); Credem (istruttoria in filiale, TAN 0,40%; rata 607,07€; TAEG 0,65%); Intesa Sanpaolo (istruttoria in filiale, TAN 0,45%; rata 610,09€; TAEG 0,68%); Webank (da casa, TAN 0,63%, rata 621,01€; TAEG 0,69%); Banca Sella (istruttoria da casa, TAN 0,62%; rata 620,40€; TAEG 0,77%).

Invece, per una surroga a tasso variabile a 20 anni per un importo di 140.000 euro con un valore dell’immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma, i primi 5 istituti che offrono le proposte più favorevoli sono: Unicredit (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,80%; TAN 0,31%; rata 601,80€, TAEG 0,43%); Credem (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,75%; TAN 0,26%; rata 598,40€, TAEG 0,53%); Banca Sella (istruttoria da casa; Euribor 3 mesi; Spread 0,95%; TAN 0,46%; rata 610,39€, TAEG 0,60%); Crédit Agricole (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,96%; TAN 0,47%; rata 611,41€, TAEG 0,61%); IWBank (istruttoria online, indice Euribor 1 mese, Spread 0,85%; TAN 0,55%; rata 616,14€, TAEG 0,62 %).