Osservatorio PrestitiOnline.it: aumentano i prestiti per la ristrutturazione della casa

Prestitonline Logo Prestitionline.it LogoLa voglia di liquidità delle famiglie comincia a rallentare, mentre crescono i prestiti erogati per la ristrutturazione della casa. È quanto rileva l’ultimo Osservatorio di PrestitiOnline.it, che ha analizzato l’andamento dei finanziamenti richiesti e concessi nel mese di giugno. La crescita dell’erogato con finalità “Ristrutturazione Casa” è probabilmente legata all’Ecobonus (e sisma bonus) del 110%, che prevede una detrazione appunto del 110% delle spese sostenute per tutti gli interventi che migliorano l’efficienza energetica degli edifici e riducono il rischio sismico. La detrazione fiscale sarà valida solo per i lavori effettuai dall’1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e potrà essere suddivisa in 5 rate di pari importo.

La fotografia
Guardando la fotografia scattata da Prestitionline.it nel mese di giugno, le richieste di prestiti con finalità “Ristrutturazione Casa” sono rimaste in linea con il mese precedente, attestandosi al 16,4% come quota di mercato. A crescere, invece, è stato l’erogato, sempre sul gradino più alto del podio con una market share al 22,2% (era il 21,7% alla fine di maggio). A completare il podio, in termini di erogato, la finalità “Auto usata”, salita al 19,7% (il 18,8% il mese precedente) molto probabilmente grazie agli incentivi alla rottamazione (dall’1 luglio al 31 dicembre 2020, rottamando un’auto usata Euro 0,1,2 e 3 con un altro usato non inferiore a Euro 5 è possibile ottenere un bonus di 1.000 euro, oltre a beneficiare dell’esenzione degli oneri fiscali sul trasferimento dell’auto), seguita a ruota dalla finalità “Liquidità”, che ha perso leggermente terreno rispetto a maggio (15,3% rispetto al precedente 16,6%).

Aspettando agosto
Non decolla, invece, almeno per ora, la finalità “Auto nuova”, nonostante gli ecobonus varati nel 2019. La quota di mercato è calata ancora, attestandosi al 5,8% (le precedenti rilevazioni mostravano un 5,9% a maggio, un 6,9% a febbraio e un 8% a fine 2019). Ma la musica potrebbe cambiare dall’1 agosto, quando scatteranno i nuovi incentivi per l’acquisto di un auto elettrica (validi fino al 31 dicembre 2020). Tra rottamazione (se l’auto ha almeno 10 anni di vita dalla prima immatricolazione) ed ecobonus, si potrà ottenere uno sconto fino a 10mila euro. Il DL rilancio ha inoltre previsto incentivi (a partire sempre dall’1 agosto e fino al 31 dicembre 2020) anche per l’acquisto di auto a motore Euro 6, diesel e benzina. Gli incentivi sono di 3.500 euro rottamando un veicolo con più di 10 anni di vita e di 1.750 euro senza rottamazione. Il contributo effettivo statale, però, ammonta a 1.500 nel primo caso e a 750 euro senza rottamazione. Per ottenere la parte restante dello sconto bisognerà raggiungere un accordo con il concessionario.