Pagamenti elettronici, una sintesi del confronto svoltosi alla Leopolda con la partecipazione dell’Aiip

Aiip LogoNella sessione mattutina della Leopolda 5, svoltasi a Firenze sabato 25 ottobre 2014, al tavolo 4,  si è tenuto il gruppo di lavoro sul tema dei pagamenti elettronici.

Il gruppo, spiega una nota, è stato organizzato dall’onorevole. Marco Di Stefano, membro VI Commissione Finanze Camera dei Deputati, e hanno partecipato ai lavori: Maurizio Pimpinella, presidente Associazione italiana istituti di pagamento e di moneta elettronica  (Aiip). e docente per l’insegnamento “Moneta Elettronica” all’Università degli Studi Internazionali di Roma Unint, e Daniele Corsini, ad di Cabel, oltre a diversi rappresentanti del mondo delle Istituzioni quali Agenzia delle Entrate e Banca d’Italia (in forma privata), della consulenza legale e fiscale, dell’imprenditoria, del mondo del turismo e delle telecomunicazioni(in forma privata) ed infine rappresentanti del mondo delle Banche di Credito Cooperativo (in forma privata) che hanno preso parte attiva al dibattito suggerendo nuovi scenari per il mondo dei pagamenti.

 Sintesi del confronto

Di Stefano ha aperto i lavori incentrando il dibattito sulla risoluzione in Commissione Finanze n° 7 – 00433, presentata dall’ON. Marco Causi – Capo Gruppo PD Commissione Finanze Camera dei Deputati, e sottolineando i benefici sociali della moneta elettronica, sia in termini di riduzione del costo del contante (circa 8 miliardi di euro annui, di cui il 49% a carico delle banche ed il 51 a carico di imprese e famiglie) sia per la tracciabilità di tutte le transazioni con evidenti riflessi positivi sulla lotta all’evasione fiscale. Maurizio Pimpinella ha invece sottolineato la necessita di promuovere una campagna di informazione pubblica nelle scuole, nelle Università e per i cittadini tutti, per promuovere la cultura della moneta elettronica nel nostro Paese, che nel contesto Europeo si caratterizza ancora per l’elevata propensione all’utilizzo del contante: in Italia, infatti, nel 2013 si è registrata una media annuale di 74 operazioni pro-capite con strumenti alternativi al contante, contro le 194 medie dell’area euro.

Sono stati inoltre dibattute le seguenti tematiche:

      Promuovere iniziative per il potenziamento dell’utilizzo dei sistemi di pagamento digitali nel mondo del turismo, anche verificando la possibilità di istituire un regime di un regime di costi ad hoc per il settore

      Incentivare la possibilità per gli utenti di effettuare online i pagamenti per i servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione

      Realizzare un’adeguata campagna di comunicazione Istituzionale per informare i consumatori sui benefici e sulla sicurezza della moneta elettronica.

      Istituire un tavolo di confronto fra Governo, banche e prestatori dei servizi di pagamento per individuare strategie per lo sviluppo dei sistemi di pagamento elettronici e la riduzione dei costi di utilizzo delle carte.

      Attuare iniziative per favorire l’interoperabilità nel settore dei pagamenti mobili e dei pagamenti elettronici.

Pagamenti elettronici, una sintesi del confronto svoltosi alla Leopolda con la partecipazione dell’Aiip ultima modifica: 2014-10-29T14:00:26+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: