Paypal sarà presto partner di Facebook

Facebook userà PayPal per pagare la sua comunità di sviluppatori e adotterà la nuova soluzione PayPal per beni digitali per gli acquisti degli utenti sul social network. Ad annunciarlo è stato il chief operating officer di Facebook, Sheryl Sandberg, nel corso di un convegno degli sviluppatori Innovate 2010, tenutosi a San Francisco lo scorso 27 ottobre.

Si aprono così nuovi scenari che rivoluzioneranno il mondo dei pagamenti, rendendo possibile l’invio e la ricezione di denaro ovunque ci si trovi e in qualsiasi momento.

Mobile, sociale e locale
Le novità presentate al convegno annuale degli sviluppatori PayPal X Innovate 2010 riguardano le tre aree di punta del settore tecnologico: mobile, sociale e locale. L’attenzione è rivolta soprattutto ai nuovi strumenti di pagamento tramite telefono cellulare e alla recente soluzione per beni digitali che consente agli utenti di pagare contenuti editoriali, musica e giochi in un paio di click. “Da quando abbiamo lanciato la piattaforma aperta un anno fa, PayPal ha imparato moltissimo dagli sviluppatori e la nostra piattaforma si è quindi evoluta per rispondere alle esigenze di questo mercato globale dinamico – ha dichiarato Scott Thompson, presidente PayPal -. La community dei nostri sviluppatori sta rivoluzionando il modo in cui le persone fanno acquisti e accedono all’informazione e all’intrattenimento. Insieme a loro, stiamo cambiando anche il modo in cui le persone pagano queste cose. Sono entusiasta per le enormi opportunità che abbiamo di fronte”.

La convergenza di mobile, social network e tecnologie di geolocalizzazione sta creando enormi opportunità per gli sviluppatori, tanto che secondo Osama Bedier, vice presidente PayPal per la piattaforma, il mobile e le new ventures “siamo in un momento paragonabile alla corsa all’oro dell’era dot-com, più grande e più evoluta”.

PayPal per beni digitali
PayPal X oggi offre una nuova soluzione di pagamento online sviluppata appositamente per beni digitali, che consente agli utenti di pagare in soli due click senza mai lasciare la pagina in cui si sta facendo l’acquisto. Questa soluzione prevede l’applicazione delle tariffe PayPal per micropagamenti: il costo è di soli 5 centesimi più il 5% della transazione, per gli acquisti inferiori ai 12 dollari.  Le avanzate misure antifrode rendono i pagamenti dei beni digitali più affidabili. Facebook e FT.com utilizzano questo sistema.

Integrazione PayPal
Rispondendo ad una specifica richiesta degli sviluppatori, PayPal X oggi offre anche per prodotti fisici una soluzione di pagamento online che permette all’utente di pagare senza lasciare la pagina o l’applicazione del venditore. I consumatori possono creare un conto PayPal, vedere i dettagli del pagamento, scegliere l’indirizzo di spedizione e approvare il pagamento senza essere re-indirizzati sul sito PayPal. In questo modo si semplifica l’esperienza di acquisto per gli utenti e si garantisce agli sviluppatori una maggiore presenza del cliente sul sito. FundRazr e Payvment (costituito da sviluppatori “allievi” di PayPal Innovate 2009) sono stati i primi ad adottare questa nuova soluzione di pagamento.

PayPal Mobile
Il Pagamento express PayPal Mobile è oggi disponibile per tutti i venditori: consente agli acquirenti di pagare dal cellulare in modo affidabile e in due soli click. Nel corso del convegno è stato inoltre presentato PayPal Mobile 3.0, l’ultima applicazione per iPhone con funzioni di geo-localizzazione e nuove funzionalità nella Mobile Payments Library. Inoltre, l’operatore americano VeriFone ha annunciato l’intenzione di integrare PayPal nell’applicazione iPhone per venditori e nel lettore di carte di credito e bancomat.

Applicazioni PayPal
PayPal
sta introducendo la versione beta delle App PayPal, che permetterà agli sviluppatori di integrare le applicazioni direttamente sul sito PayPal. Le applicazioni includeranno servizi quali strumenti per la vendita rivolti a piccole imprese, acquirenti e venditori su eBay, e nuove innovative modalità per trasferimenti di denaro su internet. Bill.com, CreditKarma, Expensify, Freshbooks, Shipwire e Zuora hanno già iniziato a creare applicazioni su PayPal.com. Gli sviluppatori presenti a Innovate hanno sperimentato in esclusiva il beta test, che sarà disponibile al pubblico l’anno prossimo.

Pagamenti PayPal per aziende
Si tratta di un servizio per inviare e ricevere pagamenti a una tariffa fissa di 50 centesimi. La tariffa è pensata per ridurre le spese generali e i costi di fatturazione e per rendere più veloce il rimborso per servizi aziendali (pagamenti di stipendi, spese e noleggi). Tra i primi ad adottare questo servizio figurano: Bill.com, Expensify, Freshbooks, Harvest, Plastic Jungle e Zoho.

Paypal sarà presto partner di Facebook ultima modifica: 2010-11-05T09:03:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: