Pmi: Mediocredito Europeo sceglie Parigi e non Milano per il suo debutto

Dopo Az Leasing, anche Mediocredito Europeo, società attiva nel settore della cessione del quinto dello stipendio, ha deciso di evitare Piazza Affari per il proprio debutto, scegliendo il Marché Libre di Parigi, piattaforma transalpina dedicata alle piccole e medie imprese. Per gli addetti ai lavori si tratta di un segnale preoccupante per l’Italia, che non è stata in grado di far decollare nessuno dei listini per le imprese più piccole sperimentati negli ultimi anni.

A richiamare l’attenzione sul problema è stato nei giorni scorsi Giuseppe Vegas, presidente delle Consob, che in un’intervista rilasciata al Corriere Economia ha sottolineato la necessità di una “Borsa low cost” per le piccole e medie imprese. Il numero uno della Commissione nazionale per le società e la Borsa ha spiegato che in questo momento Borsa Italiana, Abi, Confindustria e le altre associazioni di categoria stanno lavorando insieme alla Consob a un progetto che dovrebbe essere lanciato nei prossimi mesi e che dovrebbe rendere Piazza Affari più appetibile per le piccole e medie imprese.

Il rischio, infatti, è che altre società in odore di debutto possano seguire la stessa che porta oltralpe, impoverendo ulteriormente il già prostrato mercato italiano.

Secondo quanto rivelato da Vegas, il primo passo del nuovo progetto di Borsa low cost dovrebbe essere la firma di un memorandum d’intesa tra tutti i soggetti coinvolti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Pmi: Mediocredito Europeo sceglie Parigi e non Milano per il suo debutto ultima modifica: 2012-11-30T09:12:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: