Politica monetaria nell’Eurosistema, Banca d’Italia organizza tre appuntamenti con cittadini, imprese ed esperti

Dal 9 febbraio al 3 marzo la Banca d’Italia ha in calendario tre appuntamenti virtuali per ascoltare aspettative e preoccupazioni dei cittadini, delle imprese e degli esperti sulla politica monetaria dell’Eurosistema.

Il riesame della strategia dell’Ue

Lo scorso anno la Banca centrale europea e le banche centrali nazionali dell’area dell’euro hanno avviato un riesame della strategia di politica monetaria dell’Eurosistema affinché essa continui a essere adeguata a perseguire gli obiettivi definiti nel Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.

In questi anni si sono verificati cambiamenti fondamentali nell’economia. La crisi finanziaria globale, quella dei debiti sovrani nell’area dell’euro e da ultimo la pandemia hanno richiesto l’adozione di strumenti innovativi di politica monetaria per preservarne la trasmissione all’economia, stimolare la domanda e garantire la stabilità dei prezzi. Ulteriori sviluppi quali, ad esempio, la globalizzazione, la digitalizzazione, l’invecchiamento della popolazione, i cambiamenti climatici possono avere effetti persistenti sull’economia con importanti implicazioni per la politica monetaria.

Il dialogo con cittadini e imprese

In questo quadro, la Banca d’Italia, la Bce e le altre banche centrali dell’area dell’euro, hanno avviato un riesame della strategia della politica monetaria attraverso un dialogo aperto ai cittadini, al mondo dell’impresa, del lavoro, dell’impegno sociale, dei giovani e dello sviluppo sostenibile, al fine di comprenderne meglio aspettative e preoccupazioni, tenendo conto di più punti di vista per raccogliere quindi spunti utili a individuare il modo migliore per adempiere ai propri compiti nell’interesse della collettività.

Gli apuntamenti

La Banca d’Italia organizzerà tre incontri, tutti in formato virtuale, dedicati rispettivamente all’accademia (9 febbraio 2021), agli organi di informazione (22 febbraio 2021) e alla società civile (3 marzo 2021). Agli eventi sarà possibile partecipare in diretta video.

Per inviare un contributo su questi temi, scrivere una e-mail a [email protected].