Polizze auto: dopo assemblea Ania, a giorni tavolo congiunto Ivass, Antitrust, industria assicurazioni e consumatori

Contrariamente a quanto sostenuto dall’Ania, che ritiene che i prezzi delle polizze sarebbero in calo, l’Ivass ha registrato incrementi a due cifre per alcune categorie di automobilisti, con un peggioramento del divario tra Nord e Sud, mentre l’Antitrust ha segnalato come il premio medio in Italia sia più del doppio di quello pagato in Francia e Portogallo, e superi quello tedesco dell’80% e quello olandese del 70%.

“Il complesso dei premi pagati dalle famiglie italiane per le assicurazioni obbligatorie può essere stimato in circa 13 miliardi di euro, il premio medio per famiglia rappresenta il 2% del reddito familiare medio”, anche se per quelle con entrate inferiori “può superare il 6%”, ha sottolineato Rossi. “Il costo degli indennizzi per le compagnie è certamente alto in Italia. Il costo totale è il risultato della frequenza con cui avvengono sinistri e del costo medio dei relativi indennizzi. Entrambe le componenti hanno presentato negli anni profili di anomalia: secondo i dati comparati di Insurance Europe, peraltro fermi agli anni immediatamente prima della crisi, i livelli italiani sono fra i massimi in Europa, secondi solo a quelli austriaci per la frequenza di sinistri e a quelli svizzeri per il costo degli indennizzi”.

La frequenza dei sinistri, ha aggiunto il presidente “si era mantenuta per quasi tutti gli anni 2000 intorno all’8,5 per cento del numero di veicoli esposti al rischio, un livello elevato; con la “sinistra” complicità della crisi economica essa è però andata riducendosi dal 2009, fino al 6,2 per cento dello scorso anno. I dati che cito sono tratti dall’ultima Relazione dell’Ania e includono una stima dei sinistri accaduti nell’anno ma non ancora denunciati. La diminuzione ha riguardato tutte le aree del Paese. È immediato metterla in relazione con la riduzione dell’uso dell’automobile indotta dalla contrazione del reddito disponibile, a causa della recessione, e dai rincari dei carburanti. La Relazione dell’Ania contiene interessanti analisi econometriche a questo riguardo, che confermano la prevalente natura congiunturale del fenomeno, pur non potendosi escludere primi effetti del più intenso contrasto delle frodi messo in atto di recente”.

Il costo medio dei sinistri ha proseguito Rossi “continua invece ad aumentare: in complesso, sempre includendo i sinistri avvenuti nell’anno ma denunciati in tempi successivi, esso aveva superato i 4.000 euro a metà del decennio passato; nel triennio più recente è salito a quasi 4.800 euro. L’aumento è in larga parte imputabile agli indennizzi di danni alle persone. In termini reali, sulla base del deflatore del valore aggiunto settoriale, l’incremento del costo medio messo a segno l’anno scorso è pari a quasi il 60 per cento cumulato dall’anno 2000, a oltre il 20 dal 2009”.

Rossi ha concluso annunciando che “l’Ivass e l’Autorità garante della concorrenza e del mercato hanno preso in questi giorni l’iniziativa di approfondire congiuntamente, dai rispettivi angoli visuali, i fattori critici dell’attuale assetto del mercato assicurativo della r.c. auto, alla ricerca di ulteriori interventi che possano: rimuovere eventuali impedimenti alla concorrenza; accrescere l’efficienza produttiva; creare le condizioni per una riduzione strutturale dei prezzi delle polizze. Da questa iniziativa potranno scaturire indagini conoscitive, procedimenti amministrativi, atti regolatori, proposte al governo e al Parlamento di nuove norme di legge o di modifiche alle esistenti. Su queste ultime chiederemo al più presto il coinvolgimento del ministero dello Sviluppo economico. Dopo una prima ricognizione, Ivass e Agcm avvieranno un confronto con l’industria assicurativa, con gli intermediari, con i consumatori, in modo da raccogliere costruttivamente i contributi di tutti i soggetti coinvolti. I risultati dell’analisi e del confronto saranno tempestivamente resi pubblici, sperabilmente entro quest’anno. Una prima riunione operativa del gruppo congiunto si terrà già questa settimana”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Polizze auto: dopo assemblea Ania, a giorni tavolo congiunto Ivass, Antitrust, industria assicurazioni e consumatori ultima modifica: 2013-07-03T09:05:08+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: