Popolare di Vicenza, presidente ed ex amministratore delegato indagati per aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza

Banca Popolare di Vicenza LogoIl presidente della Banca Popolare di Vicenza Gianni Zonin e l’ex direttore generale ed ex amministratore delegato Samuele Sorato sono indagati per aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza. Lo riferisce Corriere.it, sottolineando che gli investigatori della Guardia di Finanza hanno perquisito la sede dell’istituto e altri uffici del gruppo su disposizione della Procura di Vicenza.
Nelle settimane precedenti erano arrivati in Procura esposti da parte di diversi correntisti in merito alle valutazioni degli avviamenti in bilancio e delle azioni della banca, alle operazioni di finanziamento concesse ai soci per sottoscrivere azioni della banca, pratica vietata dal Codice civile, finite anche nel mirino della Banca centrale europea e ad altre operazioni condotte dalla Banca Popolare di Vicenza.
In seguito all’ispezione della Bce, il cda della banca vicentina ha deliberato di procedere a un aumento di capitale da 1,5 miliardi, dopo ulteriori svalutazioni per 975 milioni di euro e una perdita semestrale superiore al miliardo di euro.

La banca ha assicurato da parte sua “piena collaborazione con i Nuclei di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza che hanno svolto perquisizioni presso la sede centrale e negli uffici direzionali di Milano, Roma e Palermo”. L’istituto ha precisato che “si tratta di indagini preliminari, ritenute indispensabili per accertare eventuali responsabilità soggettive, come si evince dal comunicato firmato dal Procuratore della Repubblica dottor Antonino Cappelleri”.

Popolare di Vicenza, presidente ed ex amministratore delegato indagati per aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza ultima modifica: 2015-09-27T11:11:53+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: