Prelios: il cda approva il progetto di bilancio 2010, tornato in utile

Andamento della gestione del Gruppo nel 2010
In uno scenario economico ancora complesso, nel 2010 Prelios ha centrato e in alcuni casi superato i target comunicati a inizio anno al mercato, evidenziando forti segnali di rilancio negli indicatori che meglio ne riflettono l’attività e tornando all’utile operativo (+41,1 milioni di euro) dopo due esercizi in perdita (-6,6 nel 2009, -36,7 nel 2008).

Prelios ha superato l’obiettivo di vendite pari a 1,3/1,5 miliardi di euro, dismettendo peraltro partecipazioni non più strategiche per il nuovo modello di business e che in passato generavano perdite; la società ha inoltre centrato il range obiettivo delle attività della piattaforma di gestione fissato in 20/30 milioni di euro, mentre sul fronte patrimoniale è stato migliorato il target che inizialmente indicava una posizione finanziaria netta stabile per l’anno in corso rispetto all’esercizio precedente.

I ricavi consolidati al 31 dicembre 2010 sono stati pari a 254 milioni di euro (271,7 nel 2009).
Le vendite di immobili al 31 dicembre 2010 sono state pari a 1.624,6 milioni (oltre il 50% in più rispetto ai 1.031,4 milioni di euro al 31 dicembre 2009) superando la parte alta del range obiettivo fissato tra 1,3 e 1,5 miliardi di euro. La società ha realizzato le proprie transazioni immobiliari consuntivando al 31 dicembre 2010 un margine medio sulle vendite di circa il 2,6%.

Il risultato operativo ha raggiunto i 41,1 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto alla perdita 2009 pari a -6,6 milioni di euro.

Le attività della piattaforma di gestione raggiungono i 24,1 milioni di euro, risultato più che triplicato rispetto ai 7,8 milioni di euro dell’esercizio precedente, centrando il target comunicato al mercato (20/30 milioni di euro). Tale incremento risulta ancora più significativo se si considera che il dato 2009 aveva beneficiato di componenti positive per 13,5 milioni di euro derivanti dalla cessione del 10% di di Prelios SGR e del 20% di Prelios Credit Servicing.

Le attività di co-investimento7 registrano anch’esse un risultato positivo per 17 milioni di euro rispetto al dato negativo per 14,4 milioni di euro del 2009. Tale miglioramento è riconducibile, tra l’altro, al minore impatto degli strumenti derivati di copertura e alla cessione di partecipazioni non strategiche, che generavano perdite in passato.

Il risultato netto di competenza è negativo per 95,3 milioni di euro (rispetto ai 104,3 milioni di euro a dicembre 2009). Tale risultato è per la quasi totalità imputabile a svalutazioni immobiliari e a oneri di ristrutturazione one-off per complessivi 98,5 milioni di euro (erano pari a 55,3 milioni a dicembre 2009). In particolare, le svalutazioni nel 2010 sono state pari a circa 77,3 milioni di euro senza rivalutazioni; di contro, a dicembre 2009 si erano avute svalutazioni ancora maggiori per 98,8 milioni di euro ma parzialmente compensate da adeguamenti positivi per 67,4 milioni (l’impatto complessivo risultava quindi negativo per 31,4 milioni di euro). Per quanto concerne gli oneri di ristrutturazione, nel 2010 sono stati pari a 21,2 milioni di euro a fronte dei 23,9 milioni a dicembre 2009.

Gli Asset Under Management risultano pari a 14,6 miliardi di euro (di cui 13,2 miliardi Real Estate e 1,4 miliardi NPLs) rispetto ai 16 miliardi di euro del 2009. Tale riduzione è principalmente dovuta alle previste attività di vendita del portafoglio, che hanno riguardato oltre 1,6 miliardi di euro. Coerentemente con il riposizionamento di Prelios in gestore “puro” per conto terzi, cresce la quota di asset immobiliari non partecipati, che sale a 1,3 miliardi di euro rispetto a 0,4 miliardi a fine 2009.

Per quanto concerne il piano di efficientamento dei costi, la società ha realizzato nel corso del 2010 risparmi sulla struttura per circa 42 milioni di euro, superando sensibilmente la parte alta del range obiettivo comunicato al mercato per fine anno (25-30 milioni di euro).

Il patrimonio netto di competenza ammonta a 579,8 milioni di euro rispetto ai 653,4 milioni di euro a dicembre 2009 (633,4 milioni a settembre 2010).

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2010 è negativa per 44,7 milioni di euro rispetto a 41,3 milioni a dicembre 2010 (88,3 milioni a settembre 2010).

La posizione finanziaria netta, esclusi i crediti per finanziamenti soci, è negativa per 424 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 445,8 milioni di dicembre 2009 (480,6 milioni a settembre 2010).

Il rapporto tra la posizione finanziaria netta, esclusi i crediti per finanziamenti soci, e il patrimonio netto (gearing) è pari a 0,72 (0,67 a dicembre 2009).

Si segnala che a oggi Prelios dispone di 560 milioni di euro di linee committed, con una durata residua media di circa 15 mesi di cui 410 milioni di linee bancarie e 150 milioni accordati da Pirelli & C.


Leggi il Comunicato completo

Prelios: il cda approva il progetto di bilancio 2010, tornato in utile ultima modifica: 2011-03-06T21:30:59+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: