Premafin: approvati i risultati al 30 settembre 2012. Perdite per 74 milioni

Il consiglio di amministrazione di Premafin Finanziaria ha approvato il resoconto intermedio di gestione del terzo trimestre dell’esercizio 2012. La società ha chiuso i primi 9 mesi dell’anno con una perdita di 74 milioni di euro, comunque in miglioramento rispetto ai 214 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL 3° TRIMESTRE DELL’ESERCIZIO 2012

La raccolta premi complessiva di Gruppo al 30 settembre 2012 ammonta a € mil. 7.222 (-13,3% rispetto al 30 settembre 2011), di cui € mil. 4.703 relativi al Ramo Danni (-7,6% rispetto al 30 settembre 2011) e € mil. 2.519 relativi al Ramo Vita (-22,3% rispetto al 30 settembre 2011).

Il conto economico alla medesima data rileva una perdita consolidata pari a € mil. 73,9 (perdita di € mil. 214,0 al 30 settembre 2011), di cui € mil. 79,3 di pertinenza del Gruppo (€ mil. 77,9 al 30 settembre 2011).

Il risultato risente, tra l’altro, di rettifiche di valore (impairments) su strumenti finanziari disponibili per la vendita per € mil. 79,5 (€ mil. 190,4 nel corrispondente periodo del passato esercizio), degli effetti del fallimento di Imco e Sinergia per € mil. 85,8, nonché di accantonamenti a fondi rischi per € mil. € 47,1, mentre beneficia del positivo andamento della gestione finanziaria e del miglioramento tecnico della gestione Danni, con un trend di forte calo del denunciato nel Ramo RcAuto, una riduzione della frequenza sinistri e un’apprezzabile tenuta delle riserve sinistri di esercizi precedenti.

La Capogruppo Premafin e le società soggette alla sua direzione e coordinamento (tra cui non rientrano le società appartenenti al Gruppo Fondiaria-SAI) concorrono alla perdita consolidata mediante le seguenti principali componenti: € mil. 31,6 accantonamento a fondi rischi, € mil. 8,0 costi di struttura e diversi, € mil. 16,1 oneri finanziari, € mil. 2,8 oneri straordinari per la ristrutturazione del debito.

A livello patrimoniale il volume degli investimenti consolidati si attesta a € mil. 33.853 (€ mil. 33.817 al 31 dicembre 2011), le riserve tecniche nette raggiungono € mil. 32.512 (€ mil. 34.406 al 31 dicembre 2011).

Il patrimonio netto consolidato, comprensivo del risultato di periodo, passa da € mil. 1.274,4 al 31 dicembre 2011 a € mil. 2.883,7 al 30 settembre 2012, mentre il patrimonio netto di Gruppo passa da € mil. -32,1 al 31 dicembre 2011 a € mil. 311,9 al 30 settembre 2012.

In data 18 settembre 2012 l’assemblea dei soci ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione in maggioranza espressione di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., divenuto azionista di controllo di Premafin con una quota pari all’81% circa a seguito della sottoscrizione, in data 19 luglio 2012, dell’aumento di capitale ad esso riservato.

Gli sforzi del management nella prosecuzione dell’esercizio saranno mirati a consolidare le già avviate attività inerenti il progetto di integrazione, in vista del perfezionamento delle operazioni di fusione tra le società Premafin, Fondiaria-SAI, Milano Assicurazioni ed Unipol Assicurazioni, quale passaggio rilevante per la razionalizzazione e la semplificazione del Gruppo al fine di cogliere pienamente le sinergie individuate.

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Giuseppe Nassi, dichiara, ai sensi dell’art. 154 bis, comma 2°, del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato stampa corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

INFORMAZIONI ESPRESSAMENTE RICHIESTE DA CONSOB AI SENSI DELL’ART. 114 DEL D.LGS. N.58/98

Su richiesta di Consob del 27 giugno 2012 si riportano le informazioni in merito all’eventuale mancato rispetto dei covenants, dei negative pledge e di ogni altra clausola dell’indebitamento della Società e del Gruppo ad essa facente capo, oltre allo stato di implementazione del Piano di Risanamento approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società del 30 marzo u.s, come modificato e integrato dal relativo addendum approvato in data 17 maggio 2012.

a) Covenants, negative pledge e altre clausole dell’indebitamento della Società e del Gruppo ad essa facente capo

Alla data del presente comunicato stampa e sulla base delle informazioni ricevute non si sono verificati casi di mancato rispetto di covenants, di negative pledge e di altre clausole dell’indebitamento della Società e del Gruppo ad essa facente capo.

b) Stato di implementazione del Piano di Risanamento

Alla data del presente comunicato, l’attuazione del Piano di Risanamento approvato dalla Società in data 30 marzo 2012, come modificato e integrato dal relativo addendum approvato in data 17 maggio 2012, prosegue secondo l’iter previsto.

COOPTAZIONE DI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE

Si comunica altresì che, in data odierna, il Consiglio di Amministrazione di Premafin Finanziaria – S.p.A. Holding di Partecipazioni ha tra l’altro deliberato la cooptazione, ai sensi dell’art. 2386, primo comma, del Codice Civile, dei Signori Giovanni Antonelli, Rino Baroncini e Milva Carletti, amministratori non esecutivi in sostituzione dei dimissionari Vanes Galanti, Claudio Levorato e Milo Pacchioni, nominati dall’assemblea degli azionisti della Società del 18 settembre 2012.

Nella medesima riunione il Consiglio di Amministrazione ha provveduto alla verifica dei requisiti di onorabilità ed indipendenza in capo agli amministratori cooptati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi il comunicato

Premafin: approvati i risultati al 30 settembre 2012. Perdite per 74 milioni ultima modifica: 2012-11-14T09:20:44+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: