Prestiti agevolati per chi ha un bebè

Il beneficio: tassi più bassi del 50%

Il tasso è fisso e può arrivare al massimo al 50% del tasso effettivo globale medio (Tegm) sui prestiti personali, in vigore al momento in cui il prestito è concesso. Si possono richiedere fino a 5.000 euro, da restituire entro 5 anni. Ad esempio la rata mensile per un prestito di 5.000 euro sarà pari a 94,09 euro; per uno di  4.000 euro a 75,27 euro; per uno di 3.000 euro a 54,46 euro.

Chi può richiedere il prestito

Il finanziamento è rivolto a tutti i genitori, senza alcun limite di reddito. La domanda va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo alla nascita o all’adozione. È ammesso un solo finanziamento per ogni bambino nato o adottato nel 2009, 2010 e 2011, anche in caso di potestà o affido condiviso. Mentre in caso di esercizio della potestà su più di un minore può essere richiesto più di un finanziamento.

Per le adozioni nazionali si fa riferimento alla sentenza di affidamento preadottivo o di adozione definitiva. Per le adozioni internazionali si fa riferimento al provvedimento di autorizzazione all’ingresso e alla residenza permanente del minore rilasciato dalla Commissione per le adozioni internazionali, sia per le adozioni pronunciate all’estero che per quelle pronunciate in Italia a conclusione del periodo di affidamento preadottivo.

Come ottenerlo

La domanda va presentata direttamente allo sportello. È sufficiente compilare il modulo di autocertificazione che verrà messo a disposizione in agenzia. Ovviamente, in caso di dichiarazioni mendaci o false attestazioni, la banca provvede alla revoca del finanziamento. Il richiedente dovrà indicare le proprie generalità e quelle del minore nato a adottato (specificando in tal caso gli estremi del provvedimento); specificare se esercita la potestà genitoriale da solo a insieme ad altro soggetto ed eventualmente indicare le generalità dell’altro soggetto.

Le banche che aderiscono

Un elenco degli istituti che hanno dato la propria disponibilità all’iniziativa è disponibile al link www.fondonuovinati.it/elenco_banche.html, dove vengono riportate anche le percentuali di sconto applicate al tasso di interesse medio.

Ulteriore sconto per i bambini con malattie rare

Per i bambini portatori di malattie rare è previsto un contributo aggiuntivo, che riduce ulteriormente il tasso di interesse (Taeg) allo 0,5%. In questo caso la domanda può essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2011. La riduzione del tasso verrà applicata anche se la malattia rara viene diagnosticata dopo la richiesta del prestito.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.fondonuovinati.it

Prestiti agevolati per chi ha un bebè ultima modifica: 2010-01-21T09:18:01+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: