Prestiti, SuperMoney: 17.000 euro l’importo medio richiesto. Per liquidità, auto e ristrutturazione casa

Stando ai dati raccolti, l’importo medio delle richieste di prestito si aggira intorno ai 17.000 euro; un terzo delle domande presentate (esattamente il 33%) riguarda invece importi inferiori ai 10.000.

Nel 58% dei casi il richiedente ha un’eta compresa tra i 26 e i 45 anni, ma l’esigenza di credito risulta molto elevata anche nella fascia d’età 46-65 anni (31%). La Liguria risulta essere la regione con i richiedenti più anziani con il 6,52% delle richieste arrivate da over 65 rispetto a una media nazionale del 4%. I preventivi inoltrati da utenti tra i 18 e i 25 anni, invece, sono in media il 6%, con un picco del 7,59% in Campania.

Prendendo in considerazione la professione di coloro che hanno richiesto un prestito negli ultimi sei mesi si scopre che nel 54% dei casi si tratta di dipendenti a tempo indeterminato del settore privato, seguiti dai lavoratori autonomi (10,6%) e dai dipendenti pubblici o statali (10,3%). Molto ridotte le richieste da parte delle altre tipologie di lavoratori, per i quali l’accesso al credito risulta molto più difficoltoso, in assenza dei requisiti minimi richiesti dalle banche per l’erogazione di un prestito.

Le ragioni che spingono singoli e famiglie a indebitarsi sono molteplici: tra tutte prevale l’esigenza di liquidità da spendere nel quotidiano, mentre per quanto concerne i prestiti finalizzati, prevalgono le richieste per l’auto (14,9%), per la ristrutturazione di casa (14%) e per il consolidamento debiti (10%).

Da un punto di vista geografico la maggior parte dei preventivi vengono richiesti da cittadini residenti in Lombardia (16%), Lazio (12%) e Campania (11%). Il Veneto è la regione in cui vengono richiesti più prestiti per l’auto (19,2%); in Calabria ci si indebita soprattutto per ristrutturare casa (17,6%); in Val d’Aosta si chiedono finanziamenti per salute e bellezza più che altrove (5,2% contro una media nazionale dell’1,4); in Campania, infine, le spese per cerimonie e regali spingono a contrarre debiti il 3,3% dei residenti, a fronte di una media che nelle altre regioni si attesta sull’1,9.

“Purtroppo – ha sottolineato Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney – il nostro studio sul profilo del debitore italiano ha confermato le aspettative: oltre il 30% del campione richiede cifre inferiori ai 10.000 euro e per lo più per coprire esigenze di liquidità immediata. I “baby boomer” s’indebitano di più dei loro figli e molto probabilmente per quest’ultimi, che non possono neppure accedere alle forme di finanziamento. Per riprendersi il nostro Paese ha bisogno di intraprendenza giovanile, per cui è assolutamente necessario superare il modello gattopardesco: devono cambiare età e finalità di accesso al credito”.

Prestiti, SuperMoney: 17.000 euro l’importo medio richiesto. Per liquidità, auto e ristrutturazione casa ultima modifica: 2013-06-04T12:12:12+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: