Prestiti.it: sempre più italiani ricorrono a finanziamenti per pagare gli studi. Sono già 40 mila

“Se è vero che l’Italia è guida la classifica (tutta negativa) della disoccupazione giovanile – dice Marco Giorgi di Prestiti.it – i giovani italiani stanno sempre più scegliendo la formazione d’eccellenza come strumento per uscire dalla crisi e trovare un lavoro, magari anche all’estero. Comparatori come Prestiti.it aiutano a trovare la soluzione più vantaggiosa per il proprio investimento”.

C’è chi utilizza il prestito personale per finanziare l’università per i propri figli, chi la propria formazione post laurea, chi ha bisogno di una cifra cospicua per sovvenzionare una vita da fuori sede, ma anche chi vuole permettersi i master migliori in università private.

Dall’indagine del portale traspare anche come coloro che sono alla ricerca di un prestito per formazione e università hanno in media 38 anni e necessitano, sempre mediamente, di finanziamenti che si aggirano intorno ai 10.500 euro. L’età media può sembrare alta, ma comprende sia i genitori che hanno bisogno di supportare i figli sia gli studenti che richiedono un prestito per se stessi.

Oltre il 15% delle richieste di finanziamento è sottoscritto proprio dai diretti interessati, che fanno ricorso al credito al consumo per completare la propria formazione universitaria. Scendono, in questo caso, sia l’età media del richiedente, che si ferma a 25 anni, sia il valore del prestito richiesto: 9.500 euro. Si tratta di soggetti che hanno bisogno di trovare un cointestatario del prestito, con reddito dimostrabile, affinché l’istituto finanziatore possa prendere in considerazione la loro domanda.

Per quanto riguarda lo spaccato regionale, quella che emerge è una generale uniformità di comportamento su tutto il territorio nazionale: l’indagine di Prestiti.it registra una generale attenzione di tutte le regioni d’Italia a questa forma di finanziamento della formazione; a variare, piuttosto, sono gli importi richiesti, che indicano scelte di formazione professionale diverse. Guidano la classifica degli importi Sardegna (con 14.900 euro richiesti), Lombardia (12.800) e Trentino (12.000); le zone in cui si richiedono finanziamenti minori, invece, sono Abruzzo (8.000 euro), Umbria e Veneto (entrambe con 8.100 euro).

Prestiti.it: sempre più italiani ricorrono a finanziamenti per pagare gli studi. Sono già 40 mila ultima modifica: 2011-09-01T08:06:19+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: