Prima Assicurazioni: i mesi caldi risvegliano le due ruote: +200% nuove polizze rc moto +600% riattivazioni rc moto

Prima Assicurazioni LogoTornata l’estate e torna la voglia di partire. Che sia solo per un weekend o per periodi più lunghi, sono 33 milioni* gli italiani che quest’estate lasceranno la città per raggiungere le loro mete turistiche preferite. Destinazioni nazionali o straniere? La scelta sembra cadere sulle prime, come mostrano le prenotazioni: 78% contro il 22%. E se questo dato non risulta particolarmente sorprendente, più interessante è indagare le scelte dei nostri connazionali in fatto di mobilità durante l’estate. Osservando il mercato assicurativo italiano emergono alcuni dati chiave che forniscono qualche indizio in più sulle abitudini di viaggio, come racconta Prima Assicurazioni, player nel panorama delle assicurazioni online specializzato in polizze per auto, moto e furgoni.

Centauri freddolosi – Il risveglio della moto con la bella stagione
Gli italiani amano percorrere le strade della loro bella Penisola su due ruote… ma solo quando il clima si mostra clemente e collaborativo. Il timido presentarsi delle prime giornate di sole coincide infatti con un netto aumento delle riattivazioni delle assicurazioni Rc moto sospese durante la stagione invernale: dati alla mano, da marzo a giugno le riattivazioni su Prima.it hanno registrato un aumento pari al 600%.

La bella stagione ispira anche nuovi motociclisti. Lo rivela il grande aumento del numero di nuove polizze Rc moto sottoscritte: nel quadrimestre marzo-giugno Prima Assicurazioni ha infatti registrato un incremento delle nuove polizze moto, pari al 200% rispetto alla stagione invernale.

L’auto è il mezzo preferito per i soggiorni brevi
Le lunghe code che spesso occupano le autostrade italiane durante l’estate possono trarre in inganno e portarci a pensare che l’automobile sia l’unico mezzo di trasporto scelto per viaggiare. Andando a guardare i dati con attenzione, però, emerge come, da un lato, l’auto sia in effetti ancora preferita per quanto riguarda i soggiorni brevi, scelta dal 76%** degli italiani; ma, dall’altro, anche che per le vacanze di maggior durata, sono più del 40%** i viaggiatori che scelgono di lasciare l’auto in garage e raggiungere la meta selezionata con altri mezzi, quali aereo, treno e bus.

Fenomeno, quest’ultimo, confermato dai dati sul numero di sinistri denunciati nel mese di agosto rispetto ai mesi precedenti, che diminuiscono sensibilmente e sono in media il 30% in meno rispetto a quelli registrati da gennaio a luglio.

Perché farsi scappare un’opportunità di risparmio?

Nonostante siano in molti, dunque, a lasciare l’auto in garage e preferire altri mezzi per raggiungere le mete turistiche più lontane, solo pochissimi però ricorrono alla possibilità di sospendere la propria polizza Rc auto, continuando così a pagare l’assicurazione anche se il veicolo resta fermo, perdendo un’opportunità di risparmio. Questo trend è dovuto alle difficoltà burocratiche legate alla sospensione della polizza auto: l’azione non sempre è permessa e in alcuni casi è accompagnata da iter molto lunghi e complessi.

Per Prima Assicurazioni non è così. Proprio nell’ottica di risolvere una volta per tutte la matassa burocratica e restituire agli utenti un’esperienza di fruizione facile, intuitiva e veloce, Prima propone una polizza auto a pagamento mensile: esattamente come un piano telefonico o l’abbonamento alla palestra, scegliendo il pagamento mensile al momento dell’acquisto della polizza si avvia un processo di emissione immediato la cui copertura si rinnova ogni mese con addebito automatico su carta di credito, carta prepagata o conto PayPal. Oltre all’opportunità di pagamento dilazionato, l’altro grande vantaggio di questa polizza è proprio la possibilità di sospendere la polizza per uno o più mesi: una soluzione ideale per il periodo estivo.

Prima Assicurazioni: i mesi caldi risvegliano le due ruote: +200% nuove polizze rc moto +600% riattivazioni rc moto ultima modifica: 2017-07-26T19:08:36+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: