Promotori finanziari: voto favorevole alla Camera, viene meno l’obbligo di iscrizione al registro dell’Oam

“Per effetto delle norme in esame, non costituisce agenzia in attività finanziaria l’attività di promozione e collocamento di contratti relativi alla concessione di finanziamenti o alla prestazione di servizi di pagamento da parte di promotori iscritti in apposito albo, effettuate per conto del soggetto abilitato che ha conferito l’incarico, anche ove i servizi offerti non intendano consentire agli investitori di effettuare operazioni relative a strumenti finanziari”. Con 295 sì e 78 no, mercoledì 12 dicembre la Camera ha approvato il disegno di legge n. 5626, noto come Decreto sviluppo bis, contente anche l’emendamento che introduce l’esenzione dall’iscrizione nell’elenco degli agenti in attività finanziaria tenuto dall’Oam per i promotori finanziari. Si è conclusa dunque con una vittora la battaglia contro il doppio registro portata avanti nei mesi scorsi dalle associazioni di categoria, che hanno espresso unanime soddisfazione per l’esito della vicenda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Promotori finanziari: voto favorevole alla Camera, viene meno l’obbligo di iscrizione al registro dell’Oam ultima modifica: 2012-12-12T23:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: