Quadri, amministratore delegato di Gabetti Finance e di Rexfin: “CRIF ICM è partecipata al 66% da Crif Services e al 34% da Tree Finance”

The Mortgage Factory e CRIF ICM sono due nuove realtà specializzate per la gestione della fase di pre-istruttoria e per la gestione in outsourcing delle pratiche di mutuo, nate dall’accordo tra CRIF Services, società del Gruppo CRIF leader globale nei servizi di supporto alla gestione del credito e Business Process Outsourcing, e Tree Finance, importante mediatore creditizio che opera in Italia con i marchi Gabetti Finance, Rexfin e Smartfin.


TM Factory
avrà il compito di assicurare alla rete di mediatori creditizi una corretta ed efficiente gestione della fase di pre-istruttoria e convenzioni competitive con le banche, CRIF ICM invece si rivolgerà agli istituti bancari per la gestione in outsourcing delle pratiche di mutuo sottoposte dalla rete.
A raccontarci i retroscena dell’accordo sono Enrico Quadri, amministratore delegato di Gabetti Finance e di Rexfin e Marco Preti amministratore delegato di Crif Services e Crif ICM.

 

Quadri come nasce la partnership tra CRIF Services e Tree Finance?
Dopo la crisi il mercato dei mutui è radicalmente cambiato. Tree Finance ha lavorato in questi mesi per anticipare i mutamenti del mercato e per farsi trovare pronta di fronte ai nuovi scenari finanziari del dopo-crisi. Innovazione e qualità sono le parole che meglio sintetizzano lo sforzo di Tree Finance cominciato già un anno fa con la nascita del Back Office. Come Tree Finance abbiamo stretto un accordo di partnership con CRIF Services, società del Gruppo CRIF, il primo nell’Europa continentale nel settore delle credit information bancarie.
Cosa prevede l’accordo?
La costituzione di due nuove società: la prima, The Mortgage Factory, supporterà le reti creditizie nella fase di pre-istruttoria dell’analisi del credito e di esaustività documentale, offrendo convenzioni competitive con le banche. La seconda, CRIF ICM, chiuderà la filiera completando e certificando il processo che passa dalla veridicità documentale all’antifrode e alle fasi successive.
Quando inizieranno ad operare, verosimilmente, le due entità?
Le due società inizieranno ad operare a pieno regime nei primi mesi del 2010.
Di cosa si occuperà The Mortgage Factory?
Sarà la fabbrica prodotto in grado di proporre ai propri clienti un catalogo di convenzioni tra le migliori del mercato; un catalogo multibanca gestito attraverso un unico processo, integrato con tutti gli attori coinvolti. Per le Reti di mediazione creditizia sarà in grado di offrire una completa assistenza nell’impostazione della pratica di mutuo grazie alla competenza del back office garantendo la trasparenza e l’indipendenza di una società completamente customer oriented.
Come sono divise le quote di partecipazione nelle due società?
CRIF ICM è partecipata al 66% da Crif Services e al 34% da Tree Finance. Per The Mortgage Factory, invece, il 95% del capitale fa capo a Tree Finance e il 5% al management, mentre in futuro il 44% sara aperto a reti medio–piccole che vorranno condividere il progetto.

Preti, che farà invece CRIF ICM?
Nell’ambito dell’accordo di collaborazione tra CRIF Services e Tree Finance, la società specializzata CRIF ICM si rivolge agli istituti bancari per la gestione in outsourcing delle pratiche di mutuo provenienti dalla rete di mediazione creditizia e, in particolare, dalla società The Mortgage Factory, anch’essa neo costituita. “ICM” è l’acronimo di “Indirect Channel Management”, che sta a significare la specializzazione di “filiera” dei servizi di Business Process Outsourcing di CRIF ICM rispetto a quelli già erogati da CRIF Services con notevole successo a un numero sempre crescente di istituti bancari e finanziari.
A chi si rivolgerà questo servizio?
Operando come service provider altamente specializzato e indipendente, CRIF ICM offrirà alle banche servizi di Business Process Outsourcing per supportarle nella gestione delle pratiche di mutuo generate da reti terze di mediazione creditizia. Nello specifico, CRIF Services è la società del Gruppo CRIF specializzata nei servizi di BPO di supporto alla gestione del credito erogato da banche e società finanziarie. Le strutture di CRIF Services dedicate al BPO dei processi di credito si occupano da anni della gestione in outsourcing di fasi o interi processi di business per numerosi clienti bancari consentendo loro di ridurre i costi, di liberare risorse a vantaggio di una maggiore flessibilità del personale interno e di fruire di una costante ricerca orientata al miglioramento di efficienza del processo ed efficacia delle azioni, attraverso consulenza mirata e specifici investimenti tecnologici.
Un bagaglio di esperienza che servirà ad aumentare la qualità dei processi.

Grazie alla partnership con Tree Finance, la nascita di CRIF ICM consente alle banche convenzionate con The Mortgage Factory di fruire del consolidato modello di servizi BPO di CRIF Services – che va oltre un insieme generalizzato di servizi ma rappresenta una modalità estremamente verticalizzata di supporto per l’origination mutui e di presidio in tutte le sue differenti fasi operative – con l’ulteriore vantaggio di beneficiare di una “filiera integrata di qualità” che si distingue per flessibilità, indipendenza ed efficienza. Grazie al costante impegno verso l’analisi dei processi di business di CRIF, CRIF ICM è così in grado di proporre agli istituti che utilizzano reti terze di mediazione creditizia notevoli vantaggi nel processo di origination delle pratiche di mutuo, quali un maggior controllo con livelli di servizio e sistemi di tracing, economie di scala, competenza e produttività, flessibilità operativa sulla base dei volumi effettivi e condivisione di best practice.

Vis:1016

Quadri, amministratore delegato di Gabetti Finance e di Rexfin: “CRIF ICM è partecipata al 66% da Crif Services e al 34% da Tree Finance” ultima modifica: 2010-02-01T15:16:27+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: