Quali case cercano gli italiani?

Metlife LogoLa rotta è cambiata, per gli italiani il Covid-19 ha modificato anche il significato di “casa mia. È quanto si evince da uno studio pubblicato da Casa.it che, dopo aver ascoltato 3.600 persone nella ricerca Consumer “La casa che immagino”, ha delineato le nuove esigenze abitative del nostro Paese.

Le priorità rispetto al passato sono diverse, “sono cresciuti la necessità e il desiderio di avere case grandi, luminose e confortevoli, vicino a spazi verdi e soprattutto vicino ai punti d’interesse utili per la vita quotidiana”, sottolinea Daniela Mora, Head of Consumer & Brand Marketing di Casa.it.

Quel che è rimasta salda è la volontà di proteggere l’investimento dagli eventi imprevisti. In questo senso, la soluzione più in voga è l’assicurazione mutuo casa, che garantisce il massimo della sicurezza a fronte di un impegno mensile ridotto. Attraverso la stipula di una polizza mutuo sulla prima casa come Mutuo Vivo di MetLife si riesce ad estinguere il mutuo anche in caso di decesso o invalidità permanente di chi si fa carico delle spese del prestito, senza mettere a repentaglio la proprietà.

Le nuove esigenze abitative in Italia

L’acquisto della prima casa è l’obiettivo numero uno per chi cerca casa oggi. L’83% degli intervistati da Casa.it ha ammesso di voler comprare un nuovo immobile a fronte di un 17% che preferisce prendere una casa in affitto.

Per quanto concerne le tipologie più richieste:

  • Il 42% del campione cerca un appartamento
  • Il 25% una casa indipendente
  • Il 7% un attico
  • Il 6% una villa
  • Il 6% una villetta a schiera
  • Il 5% una casa bifamiliare o tri familiare
  • Il 4% un rustico/casale
  • Il resto le altre tipologie…

L’importante è che gli spazi siano ampi e le stanze numerose. In cima alla lista dei desideri ci sono i trilocali, i quadrilocali e gli appartamenti con più di cinque locali (rispettivamente con il 33%, il 29% e il 25% delle preferenze) mentre il monolocale è ambito solo dall’1% degli intervistati. Male anche il bilocale fermo al 12%.

A differenza degli anni passati, la periferia va per la maggiore e solo i senior 65+ ritengono che il centro città sia più vivibile.

Al crescere dell’età aumenta anche il desiderio di abitare lontano dalla città. Il 6% del campione sogna un’abitazione vicino alle montagne mentre il 5% gradirebbe vedere il lago. Il mare ottiene il 18% dei sì ma sono altri i punti di interesse che rappresentano la priorità quando si cerca casa. Per gli italiani, a pochi passi devono esserci negozi e servizi (54%), spazi verdi, giardini e parchi (53%), supermercati (48%), mezzi pubblici (39%), lavoro (25%), scuola e luoghi per il tempo libero (23%).

E in casa? Oggi gli spazi essenziali a cui non si può rinunciare sono: il soggiorno (49%), la cucina abitabile (47%), il terrazzo (46%), 2 o più bagni (45%), la cameretta per i figli (37%), il balcone (34%), il ripostiglio (31%), il locale lavanderia (26%), la camera per gli ospiti e la cantina (23%), la cucina a vista (21%), la cabina armadio (18%), lo studio o spazio per lo Smart Working (17%), la stanza/luogo per le passioni (14%) e l’area palestra (4%).