QuiMutuo incontra l’Università degli Studi di Bari

“Oggi è quanto mai essenziale che le aziende si rapportino con gli studenti già nel loro percorso formativo, dal momento che la reciproca conoscenza consentirà domani un più immediato incontro tra domanda e offerta”, ha sottolineato Sozio. “Uno stage formativo finalizzato ad accogliere nella propria organizzazione neolaureati interessati alla professione della mediazione creditizia è lo strumento operativo che intende assicurare alla nostra società una rete commerciale di esperti professionisti, cresciuti nella cultura della mediazione e formati in un continuo rapportarsi alla realtà sociale, economica e legislativa del settore”

A conclusione del suo intervento Sozio ha richiamato l’attenzione sui gravi effetti che la crisi ha avuto sul mondo dei giovani, massicciamente esposti a un ulteriore peggioramento delle loro chance occupazionali in caso di andamenti economici negativi. “È per questo – ha chiosato il presidente di Qui Mutuo – che anche l’Assofinmed, l’Associazione di agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi intende affiancare quelle società che vorranno intraprendere percorsi similari, nell’intento di offrire ai giovani laureati o neolaureati oltre che un’opportunità lavorativa, anche un’esperienza professionalizzante su cui poter investire il proprio futuro lavorativo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

QuiMutuo incontra l’Università degli Studi di Bari ultima modifica: 2013-03-28T08:03:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: