QuiMutuo, Sozio: “La nostra filosofia aziendale è quella di radicarci sempre di più sul territorio”

 

Cosa intende per ampliamento della società? 
Una reale espansione territoriale, realizzata a macchia d’olio. Abbiamo attivato filiali tutte con vetrine alla strada, intese come snodi operativi, a Bari, Taranto (2 punti vendita), Lecce, Matera, Potenza, Cosenza, Foggia, e Pescara. Tale struttura reticolare ha consentito di realizzare un’attività commerciale sempre più spinta e aggressiva allo scopo di intercettare a monte le esigenze di finanziamenti di privati e imprese. Questo anche grazie all’ampliamento delle offerte a disposizione dei nostri consulenti: mutui edilizi, ipotecari, prestiti personali, cessioni del V, leasing, finanziamenti per apparati fotovoltaici e finanziamenti alle imprese.

Quali sono le soluzioni che avete adottato?
La soluzione di un “intensivo” sfruttamento territoriale, ottenuto tramite un’articolata struttura simil-industriale (esperto del credito, district manager, area manager). Questo ha consentito di sdoppiare la fase di acquisizione e quella successiva di istruttoria delle pratiche, affidate ad analiste del credito, coordinatrici dei gruppi e responsabili del settore.

Che vantaggi ha portato questa suddivisione?
Ha consentito un più razionale sfruttamento delle capacità operative dei singoli, che lavorano all’unisono, e ha costruito un solido blocco operativo capace di assorbire eventuali discrasie del mercato dei finanziamenti. Va precisato, inoltre, che questo insieme di attività, ramificate nell’Italia meridionale, viene tenuto sotto costante controllo tramite una stretta informatizzazione dei processi.

Quante nuove aperture prevedete per questo anno?
Nel prossimo futuro vorremmo estendere gli insediamenti nella Campania e nel Lazio (dove siamo già presenti su Roma), in modo da determinare un continuum con le attuali zone servite. I nostri progetti, a breve/medio termine, prevedono un allargamento delle attuali aree di competenza, per poi passare all’apertura e copertura territoriale della Sicilia e delle regioni sulla dorsale Adriatica e più in particolare nelle Marche e in Emilia Romagna. Inoltre siamo già disponibili a instaurare rapporti di fidelizzazione in franchising su tutto il territorio nazionale. Ciò consentirà a QuiMutuo di raggiungere e consolidare la sua vocazione di rete nazionale.

Con quali criteri individuate i vostri consulenti?
La ricerca di collaboratori aziendali, da inserire nel settore commerciale e in quello di istruttoria pratiche, si rivolge oggi a mediatori creditizi già operanti nel settore e ad agenti in attività finanziaria, secondo quanto previsto dalla normativa. La ricerca di consulenti si rivolge essenzialmente a elementi giovani offrendo sempre e comunque la possibilità di evolvere nella carriera aziendale, secondo precisi meriti acquisiti. Ovviamente è compito della società l’inserimento e la formazione circa le caratteristiche dei servizi e prodotti offerti.

Il mercato della mediazione creditizia sta cambiando?
Il mercato della mediazione creditizia sta oggi mutando pelle e ancor di più lo farà nel prossimo futuro. Nei prossimi 12 mesi vedremo il mediatore, soprattutto il freelance, inserirsi all’interno di società strutturate (attività di back office, post vendita, etc) per poter offrire un servizio completo ed efficace, ai livelli dei paesi più avanzati come quelli anglosassoni.

vis:1002

QuiMutuo, Sozio: “La nostra filosofia aziendale è quella di radicarci sempre di più sul territorio” ultima modifica: 2010-04-19T12:24:23+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: