Races Finanziaria, la Banca d’Italia accerta presupposti per liquidazione volontaria

399

Races Finanziaria spa | VisibilityCon provvedimento del 10 marzo 2020 la Banca d’Italia ha accertato la sussistenza dei presupposti per un regolare svolgimento della liquidazione volontaria di Races Finanziaria s.p.a., con sede in Roma, ai sensi dell’art. 96-quinquies, comma 1, richiamato dall’art. 113-ter, comma 4, del D. Lgs. 385/93.

Con provvedimento del 3 settembre 2019 la Banca d’Italia ha disposto, ai sensi dell’art. 113-ter, comma 1, lett. a) e b), del D. Lgs. n. 385/1993 e s.m.i., la revoca dell’autorizzazione ad operare nei confronti della Races Finanziaria.

La società era presente sul territorio nazionale con numerose filiali e una rete capillare di oltre 100 tre agenti e mediatori. Dal 1993 era iscritta all’elenco degli intermediari finanziari. “Trasparenza, esperienza e serietà sono i nostri valori guida – si leggeva nella presentazione della società -. La fiducia dei nostri clienti e il Legame con i nostri agenti sono la nostra forza. La volontà è di rivolgere lo sguardo verso le innovazioni del mercato, senza per questo trascurare la tradizione di una società specializzata nel finanziamento alla persona”.

Leggi anche: Races Finanziaria, la Banca d’Italia revoca l’autorizzazione all’esercizio dell’attività