Nasce  Recrowd, nuova piattaforma di crowdfunding immobiliare

75

Recrowd LogoÈ stata presentata sabato 23 marzo, di fronte a una platea di oltre 500 persone, Recrowd, nuova piattaforma di crowfunding immobiliare.

“Il nostro obiettivo era quello di informare prima di promuovere – ha sottolineato Gianluca De Simone, ceo di Recrowd – in quanto riteniamo che il crowdfunding sia una forma di investimento semplice, ma ancora poco conosciuta”.

Gli interventi dei vari professionisti che hanno preso parte all’evento sono stati volutamente impostati per formare la platea, presentando l’ambizioso progetto di Recrowd.

Come le altre piattaforme di crowdfunding immobiliare, Recrowd nasce per raccogliere denaro dalla massa (appunto crowd) al fine di realizzare operazioni immobiliari e di restituire all’investitore capitale e interessi in un periodo di tempo piuttosto breve.

L’investitore potrà diversificare il proprio capitale impiegando denaro anche su più operazioni in contemporanea a partire da investimenti decisamente accessibili (500 euro).

La caratteristica di Recrowd è che si tratta di una piattaforma lending, ovvero dove l’investitore non compra quote dell’operazione immobiliare, ma investe denaro esclusivamente a fronte di un ritorno dell’investimento, che già dalle prime operazioni si preannuncia decisamente allettante.

Caratteristica unica di Recrowd è quella di essere composta da un board con competenze eterogenee e non facente capo a un’unica proprietà.

“Le diverse competenze ci permettono di muoverci su più tavoli – hanno spiegato dall’head quarter di Recrowd – e soprattutto la scelta sulle operazioni immobiliari sarà libera, senza vincolo alcuno”.

Proprio in quest’ottica va la scelta di lanciare una campagna equity, dove il management ha messo sul mercato il 10% di quote della Recrowd srl, società il cui valore attuale è di 3 milioni.

I primi 3 giorni sono stati un vero successo, considerando che dopo poche ore la campagna era già in overfunding, con una raccolta di 100.000 euro, il doppio dell’importo minimo indicato per la realizzazione del progetto.

Il grande interesse suscitato da questa formula ha fatto si che già durante l’evento alcuni investitori oltre ad aver acquistato quote della società, hanno mostrato grande interesse per le prime operazioni immobiliari, che saranno visibili al momento del lancio della piattaforma sul mercato, oramai imminente e prevista per il mese di maggio.