Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società

Sempre nell’ultimo trimestre del 2010 il potere di acquisto delle famiglie (cioè il reddito disponibile delle famiglie in termini reali) è aumentato dello 0,8% rispetto al trimestre precedente, tornando sui livelli registrati alla fine del 2009. Ciononostante, nel complesso del 2010 le famiglie hanno subito una riduzione del loro potere d’acquisto dello 0,6 per cento; nel 2009 la perdita di potere d’acquisto era stata molto più elevata e pari al 3,1 per cento.

Nel 2010 il tasso di investimento delle famiglie si è attestato all’8,9%, 0,2 punti percentuali in più rispetto al 2009, grazie alla crescita del 3,8 per cento degli investimenti. Nel quarto trimestre 2010 il tasso di investimento si è attestato all’8,9 per cento, 0,2 punti percentuali in meno rispetto al trimestre precedente, a causa della riduzione dello 0,4 per cento degli investimenti delle famiglie.

Nel 2010 la quota di profitto delle società non finanziarie si è attestata al 41,5 per cento, 0,5 punti percentuali in più rispetto al 2009. Nel quarto trimestre 2010 la quota di profitto è stata pari al 42,2 per cento, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Nel 2010 il tasso di investimento delle società non finanziarie si è attestato al 23,8 per cento, registrando una crescita di 1,5 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Nel quarto trimestre 2010 il tasso di investimento è stato pari al 23,8 per cento, con una riduzione di 0,3 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Leggi il comunicato completo

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società ultima modifica: 2011-04-08T17:14:12+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: