Regno Unito: erogazioni mutui e nuovi acquirenti immobili ai massimi da cinque anni

In Gran Bretagna, Galles, Scozia e Irlanda del Nord il prezzo delle case ha raggiunto il suo picco nel 2007, prima del collasso della Northern Rock, istituto di credito britannico specializzato in mutui immobiliari. Successivamente il costo delle abitazioni è andato costantemente calando, mentre una stretta creditizia imposta dalle banche ha portato una un sensibile irrigidimento dei criteri di concessione dei finanziamenti.

Questo trend, a detta di molti esperti, potrebbe ora interrompersi. Secondo il Cml, successivamente all’introduzione, lo scorso agosto, del Funding for lending scheme, che prevede l’erogazione di denaro a basso costo alle banche da parte della Bank of England a patto che queste lo concedano ai privati, i numeri relativi ai nuovi acquirenti di immobili e ai mutui hanno iniziato a risalire.

Già nell’ultimo trimestre del 2012 gli istituti di credito hanno concesso un totale di 60.500 prestiti immobiliari, per un valore 7,6 miliardi di sterline (circa 8,1 miliari di euro), con un incremento dell’8% rispetto ai tre mesi precedenti e del 14% su base annua.

“È evidente che i nuovi acquirenti hanno beneficiato delle migliori condizioni di accesso al credito offerte dal Funding for lending scheme”, ha spiegato Paul Smee, direttore generale del Cml. “Questo ci fa sperare che il mercato stia lentamente ripartendo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Regno Unito: erogazioni mutui e nuovi acquirenti immobili ai massimi da cinque anni ultima modifica: 2013-02-14T10:34:07+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: