Regno Unito, la Fca rifiuta di rimuovere divieto a operare nei confronti di un ex broker

Financial Conduct Authority LogoLa Financial conduct authority (Fca), autorità indipendente del Regno Unito con compiti di vigilanza sui mercati finanziari, ha rifiutato di far venir meno il divieto a operare stabilito nei confronti di mediatore creditizio colpevole di aver presentato richieste fraudolente di finanziamento.

Mark Thorogood, questo il nome del broker, ha gestito una piccola società indipendente chiamata Property Park tra il 2004 e il 2008.

Nel corso della sua attività Thorogood ha presentato in più occasioni domande di prestito a nome suo e dei suoi familiari, gonfiando notevolmente gli stipendi realmente percepiti in modo da aver accesso a finanziamenti di importo più elevato.

Un imbroglio che è stato smascherato nel 2008 a seguito di un accertamento della Fca, che ha disposto un divieto a operare nei confronti del mediatore.

A sette anni di distanza Thorogood ha chiesto all’autorità di vigilanza di revocare il provvedimento punitivo, scontrandosi però con un diniego, motivato dal fatto che l’uomo non ha fornito alcuna prova o evidenza che dimostri il suo ravvedimento.

Il broker ha replicato sostenendo invece di aver imparato dai propri errori e di essere pronto a ricominciare la sua attività in modo professionale e corretto.

Una replica che la Fca ha ritenuto del tutto insufficiente a giustificare la revoca del divieto a operare.

Regno Unito, la Fca rifiuta di rimuovere divieto a operare nei confronti di un ex broker ultima modifica: 2016-01-14T16:52:26+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: