Regtech, Iia costituirà comitato per regulatory technology nel 2021. Le azioni già intraprese

Italian Insurtech Association IiaLa competitività dell’ecosistema insurtech italiano dipenderà dall’evoluzione del quadro normativo e regolamentare che, nonostante i recenti passi avanti, è in ritardo rispetto a quello europeo.

Per sensibilizzare il mercato sull’importanza del regtech (regulatory technology, uso della tecnologia per l’ottimizzazione delle attività di gestione della normativa) nell’accelerazione dell’innovazione digitale, l’Italian insurtech association (Iia) ha sviluppato nel 2020, primo anno di attività dell’associazione, numerose iniziative.

Una delle principali è stata l’abilitazione all’applicazione del protocollo spid per le 140 imprese associate. La diffusione di un sistema d’identificazione digitale è una premessa indispensabile per accelerare la digitalizzazione dell’industria assicurativa.

Per favorire il dialogo con istituzioni e autorità di mercato è stato inoltre attivato un compliance desk, ospitato in una sezione dedicata del sito internet dell’Iia, attraverso il quale le imprese associate possono porre quesiti o istanze sullo sviluppo e la gestione delle attività di business digitali. Obiettivo: aprire un canale di dialogo con le autorità competenti per affrontare le questioni istituzionali e normative poste dal cambiamento tecnologico.

L’associazione ha inoltre partecipato alla consultazione pubblica aperta dal ministero dell’Economia e delle Finanze sullo schema di regolamento del comitato fintech e sulla sperimentazione delle attività tecno-finanziarie.

Il regtech, infine, è stato al centro di numerosi webinar organizzati dall’Iia: l’ampia partecipazione degli operatori ha confermato la centralità del tema. Nel 2021 l’Iia potenzierà l’attività costituendo un comitato dedicato al regtech, al quale parteciperanno anche le imprese associate, per favorire momenti di confronto con gli enti regolatori su aspetti normativi e di compliance. Previsti, inoltre, lo sviluppo del compliance desk, il lancio di una piattaforma per diffondere la cultura insurtech e webinar su tematiche normative e di compliance.

Le iniziative del 2020 sono state realizzate per dare una spinta alla digitalizzazione del mercato assicurativo. L’applicazione del protocollo spid ha, in questo senso, una particolare importanza perché lo spid è oggi uno degli strumenti necessari per la digitalizzazione dei processi. Proseguiremo su questa strada anche nel prossimo anno, favorendo lo sviluppo di soluzioni innovative tra gli operatori del mercato assicurativo e contribuendo, nel rispetto dei diversi ruoli, all’evoluzione di un quadro regolamentare al passo con i tempi”, ha dichiarato Andrea Polizzi, co-fondatore e membro del consiglio direttivo di Iia.