RE/MAX, salgono i prezzi delle case a novembre: +8,1% (a/a)

Poco prima della chiusura del 2011 RE/MAX ha pubblicato i dati relativi all’andamento del mercato immobiliare americano, per il mese di novembre, all’interno del The RE/MAX Monthly Housing Report. Il dato più rilevante è l’aumento medio dei prezzi delle case che infatti fanno segnare un +8,1% rispetto allo stesso mese di novembre del 2010.

Novembre è il quinto mese consecutivo con una crescita, anno su anno, del prezzo delle case. Allo stesso tempo però, il numero di case in vendita, è diminuito per il 17esimo mese consecutivo.

Sempre relativamente ai prezzi delle case, novembre su ottobre ha registrato un incremento del +1,4%: il quinto aumento consecutivo mese su mese. Tuttavia i prezzi sono inferiori del 4,2% rispetto a novembre 2010.

“Il mercato, a fatica, sta cercando di trovare un equilibrio, con una quantità di case in vendita nettamente superiore rispetto al 2010 – ha dichiarato Margaret Kelly, ceo di RE/MAX – anche se le feste di Natale hanno condizionato i dati. Ci aspettiamo per questo 2012 una crescita ulteriore dei prezzi che sarà più sostenuta a primavera e in estate, quando il mercato immobiliare entrerà nel suo periodo clou”.

A novembre le transazioni concluse sono state inferiori del 5,7% rispetto ottobre, un trend comunque ampiamente previsto. Per quanto riguarda le aree metropolitane, 41 delle 53 analizzate nella survey hanno mostrato un aumento delle vendite delle abitazioni. Questi i dati principali: New Orleans, LA +31.0%, Nashville, TN +30.1%, Wilmington, DE +28.0%, Omaha, NE + 25.9%, e Seattle, WA +23.4%.

Il prezzo medio delle case vendute a novembre è stato 181.322 dollari, vale a dire un +1,4% rispetto a ottobre, ma il valore diventa negativo nel confronto con novembre 2010: -4,2%. 33 delle 53 aree metropolitane hanno mostrato un aumento dei prezzi delle case: Orlando, FL +8.5%, Miami, FL +6.1%, Detroit, MI +5.9%, Houston, TX +2.6%, and Denver, CO +2.3% .

RE/MAX, salgono i prezzi delle case a novembre: +8,1% (a/a) ultima modifica: 2012-01-06T09:43:06+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: