Rendere pubblici gli stress test delle banche? Intesa Sanpaolo è disponibile

La pubblicazione degli stress test può rivelarsi utile per combattere le ansie ingiustificate. Così si è espresso l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, a margine dell’assemblea di Confindustria Firenze.

Il ceo ha inoltre dato la “totale disponibilità” a rendere pubblici i dati della banca. “Noi abbiamo dato la nostra totale disponibilità all’elaborazione e alla pubblicazione degli stress test che possono contribuire a dare trasparenza al mercato e a togliere ansie che secondo me sono spesso ingiustificate” ha dichiarato. Per quanto riguarda i tempi della pubblicazione, però, ha precisato che la decisione “non dipende da noi ma dalle banche centrali”.

Il commento arriva dopo la decisione presa lo scorso 17 giugno dai 27 leader dell’Unione, riuniti al vertice di Bruxelles, di rendere pubblici entro la seconda metà di luglio gli stress test condotti sulle 25 maggiori banche europee. E segue quello di Mario Draghi. Il governatore della Banca d’Italia si è detto lieto di vedere che in Europa “man mano sta maturando il consenso sulla pubblicazione degli stress test, e sicuramente lo faremo anche in Italia. Abbiamo tutto da guadagnarci”. E ha aggiunto che “i Paesi con buone banche hanno tutto da perdere da questo contagio e da non rivelare quale è esattamente la situazione. Gli stranieri vogliono sapere cosa stanno acquistando”.

Rendere pubblici gli stress test delle banche? Intesa Sanpaolo è disponibile ultima modifica: 2010-07-05T07:22:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: