Reserve bank of Australia: tassi invariati al 2,75%

Commentando la decisione Glenn Stevens, governatore dell’istituto, ha ricordato che il problema valutario è uno dei fattori chiave per la politica monetaria australiana, in quanto il cambio del dollaro australiano “resta elevato”. Stevens ha aggiunto di non poter escludere un ulteriore deprezzamento della valuta, “che consentirebbe di ribilanciare la crescita dell’economia“.

“Le prospettive di inflazione offrono spazio per ulteriori allentamento monetario”, ha riconosciuto il numero uno della banca centrale, prevedendo impatti positivi sulla domanda.

Se però la promessa di nuove politiche espansive è concreta, prima di mettere in atto nuove politiche di stimolo la banca centrale australiana attenderà che si siano pienamente realizzati gli effetti delle misure annunciate in precedenza.

In questo momento il principale obiettivo della Rba è tentare di sostenere l’economia australiana con una politica monetaria accomodante, facendo fronte al consistente rallentamento del settore minerario.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Reserve bank of Australia: tassi invariati al 2,75% ultima modifica: 2013-07-05T10:12:27+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: