Rete Mutui Italia, deciso l’aumento di capitale a 300.000 euro

Nel comunicato ufficiale si legge anche che “verranno create riserve sufficienti per effettuare ulteriori allineamenti per supportare le strategie già decise che potrebbero essere già applicate nel corso del prossimo anno”.

Paolo Floriani, amministratore delegato di Rete Mutui Italia, ha dichiarato: “L’immediato aumento del capitale si rende necessario per garantire ai nostri financial advisor e a quelli che si stanno avvicinando alla nostra realtà, la chiara volontà dell’azienda di proseguire il difficile cammino di professionalizzazione della vecchia figura del mediatore creditizio e della focalizzazione della nostra attività verso la “Famiglia Consumatrice”, unico vero portafoglio personale che un consulente può riconoscere”.

Il direttore generale Massimo Righetti ha poi illustrato le strategie future dell’azienda “che sono state disegnate già alla fine del 2010 e si sta attendendo l’applicazione del D.Lgs. 141/2010 per definire il timing delle modifiche statutarie ed operative. L’azienda – prosegue Righetti – potrebbe perdere, in occasione dell’aumento del capitale, anche l’attuale ragione sociale con un “rebranding”, mantenendo invece l’uso del marchio per la linea di prodotti intermediati grazie alle partnership con operatori immobiliari”.

La procedura Rete2000 e il supporto del Servizio crediti speciali con i controlli eseguiti sia sulle pratiche sia sulla filiera distributiva garantiscono già da ora un passaggio indolore nella operatività richiesta dalle normative che sono diventate sempre più stringenti.

“L’applicazione delle norme sulla trasparenza nel corso del 2011 – prosegue il direttore generale Righetti – hanno già impattato sul comportamento professionale del mediatore creditizio e le modifiche apportate sulla nostra procedura Rete2000 non sono altro che la corretta interpretazione della nuova professione che dovrà essere svolta sempre più a casa della Famiglia Consumatrice”.

Rete Mutui Italia, deciso l’aumento di capitale a 300.000 euro ultima modifica: 2011-09-20T09:17:27+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: