Roma, edilizia agevolata. Fimaa, Fiaip e Anama incontrano i rappresentanti del Comune: “Situazione insostenibile”

Edilizia AgevolataIl mercato immobiliare romano versa ormai in una situazione “insostenibile” a causa dei problemi collegati alle compravendite che hanno per oggetto gli immobili realizzati in edilizia agevolata. A sottolinearlo sono stati oggi i rappresentanti della Fimaa, Federazione italiana mediatori agenti d’affari, della Fiaip, Federazione italiana agenti immobiliari professionali, e dell’Anama, Associazione nazionale agenti e mediatori d’affari, nel corso di un incontro con l’architetto Luca Montuori, assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici di Roma Capitale e con l’ingegner Angela Mussumeci, direttrice della Direzione Edilizia Angela Mussumeci.

“Un reale disagio sociale ormai si è creato a seguito della sentenza della Corte di Cassazione n. 18135 del 16 settembre del 2015, che ha sancito l’obbligo di affrancazione al prezzo massimo di cessione – sottolineano le tre associazioni in una nota -. L’attuale situazione evidenzia un blocco delle compravendite, a danno di cittadini che hanno la esigenza di vendere, di acquistare o di entrambi. Inoltre è quanto mai concreto il rischio della perdita di posti di lavoro a causa della chiusura di un numero preoccupante di agenzie immobiliari, interessate dal grave stato di cose”.

Dalla data della sentenza sono state protocollate circa 2.500 istanze di affrancazione e circa 1.000 per la trasformazione, su un totale di circa 300.000 immobili interessati, perché costruiti in edilizia convenzionata.

La direttrice della Direzione Edilizia ha illustrato alla delegazione di Fimaa, Fiaip e Anama, composta da Maurizio Pezzetta, Stefano Nobili,  Filippo Crocè, Gian Luca Sondali, Cinzia Pieia e Fabio Cosentino, le attività che l’ufficio sta portando avanti dalla data del suo insediamento, “in particolare la digitalizzazione delle pratiche con la realizzazione di un archivio dei piani di zona Peep (Piani di edilizia economica popolare) e delle relative convenzioni, procedura essenziale per accelerare le operazioni del calcolo del canone di affrancazione”.

Il direttore, prosegue la nota “ha precisato che all’interno del portale del Comune di Roma, alla sezione ‘Urbanistica’, sarebbe stato riattivato entro brevissimo tempo l’aggiornamento per la verifica dello stato di attuazione delle istanze inoltrate”.

Roma, edilizia agevolata. Fimaa, Fiaip e Anama incontrano i rappresentanti del Comune: “Situazione insostenibile” ultima modifica: 2017-05-16T16:26:15+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA