Sai approva budget e nuova struttura organizzativa

Lo scorso 27 gennaio il consiglio di amministrazione di Fondiaria-Sai ha approvato il budget 2011 e la nuova struttura organizzativa del gruppo.

Sul primo fronte sono stati modificati i dati contenuti nel business plan 2009-2011 a causa delle mutate condizioni di mercato. Su secondo, si è proceduto ad accorpare funzioni e responsabilità in una logica di maggior efficienza, ridistribuendo alcune deleghe e inserendo due nuovi responsabili di direzione dall’esterno.

Il budget
Nel 2011 si prevede che la raccolta premi complessiva ammonterà a circa 12,5 miliardi di euro, dei quali 7,2 proverranno dal ramo danni (di cui auto 4,6 e non Auto 2,6 e 5,3 di rami vita. Le linee guida del nuovo budget tengono conto delle recenti iniziative poste in essere per migliorare la redditività industriale, nonostante un panorama economico ancora volatile. Il risultato del segmento danni dovrebbe essere in sostanziale pareggio prima delle imposte pur con un combined ratio, comprensivo degli altri oneri tecnici, che dovrebbe attestarsi intorno al 101%, mentre il segmento vita dovrebbe raggiungere un risultato ante imposte di circa 140 milioni di euro. Ancora in territorio negativo il settore immobiliare e altre attività.
Considerando l’integrale esecuzione dell’aumento di capitale nella misura massima di cui alla delega approvata dall’assemblea degli azionisti svoltasi il 26 gennaio u.s., il margine di solvibilità di gruppo dovrebbe attestarsi intorno al 120%, mentre non è possibile prevedere oggi quale sarà la politica dei dividendi che verrà adottata alla fine dell’esercizio in corso” precisa una nota.
Dal punto di vista patrimoniale il gruppo proseguirà nelle iniziative volte a diminuire il profilo di rischio, a bilanciare l’asset allocation, per cui gli effetti positivi cumulati si dovrebbero manifestare a partire dal corrente esercizio.

La struttura organizzativa
Al presidente Jonella Ligresti risponderanno Remo Sinatra (relazioni esterne) e Fausto Rapisarda (segreteria generale, affari legali e societari). All’amministratore delegato Emanuele Erbetta risponderanno come organi di staff, Robert Tann, proveniente da esperienze internazionali in campo assicurativo e finanziario (pianificazione strategica e immobiliare), Piergiorgio Bedogni (amministrazione, corporate center e funzioni di controllo), Giulio Carlo Dell’Amico, proveniente da McKinsey (società diversificate non assicurative), Raffaele Guasco (controllo di gestione di gruppo, investor relations e canali diversi), Remo Sinatra (risorse umane e organizzazione, procurement), Andrea Novarese (m&a, partecipazioni ed estero).
Sempre all’amministratore delegato risponderanno le due funzioni dirette da Ettore Rigamonti (danni e reti) e da Stefano Carlino (direzione generale, finanza e vita, controllate danni Italia).

Sai approva budget e nuova struttura organizzativa ultima modifica: 2011-01-31T08:15:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: