Santander Consumer Bank: 20 licenziamenti nei centri recupero crediti

”Ancora più grave – ha aggiunto Sileoni – e inaccettabile appare la scelta aziendale, considerata la disponibilità di alcuni di questi lavoratori a trasferirsi in altre città italiane, pur di mantenere il proprio posto di lavoro. La Fabi contrasterà con ogni mezzo questa vergognosa decisione di Santander Consumer Bank, con una vertenza durissima e intervenendo presso la Banca d’Italia, il Banco de Espana, le forze politiche italiane e spagnole, l’Abi ed Uni Global, l’organizzazione europea dei sindacati del credito. E’ inaccettabile che l’istituto di credito spagnolo abbia rifiutato qualsiasi forma di dialogo con le organizzazioni sindacali, a dimostrazione del fatto che l’obiettivo era ed è un taglio agli organici che, purtroppo, temiamo non sia né il primo né l’unico all’orizzonte’‘.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Santander Consumer Bank: 20 licenziamenti nei centri recupero crediti ultima modifica: 2012-11-05T19:08:42+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: