Scandalo Hsbc: si dimette il direttore dell’ufficio di controllo

David Bagley, direttore dell’ufficio di controllo dell’istituti di credito britannico Hsbc, ha deciso rassegnare le dimissioni in seguito all’indagine del Senato Usa che ha scoperto come i cartelli della droga messicani abbiano sfruttato le lacune della banca e delle sue affiliate negli Usa per riciclare denaro e compiere altre operazioni illecite.

Bagley ha annunciato le dimissioni durante un’udienza davanti alla sottocommissione permanente del Senato sulle investigazioni, ma ha aggiunto che resterà comunque nella Hsbc. Lui e altre figure dirigenziali presenti e passate della banca si sono scusate per le loro mancanze, ma hanno sottolineato che non erano a conoscenza delle transazioni illecite che venivano eseguite tramite la loro banca. ‘‘Riconosco che ci sono state mancanze significative. Come ho già detto, nonostante gli sforzi e le migliori intenzioni di molti professionisti, HSBC non è stata all’altezza delle aspettative nostre e dei nostri legislatori’‘, ha dichiarato Bagley.

Secondo il rapporto del Senato Usa, Hsbc avrebbe effettuato 16 miliardi di dollari di transazioni con l’Iran.

Il 75-90% delle transazioni sono state realizzate tramite la filiale americana di Hsbc e altri conti in dollari senza che alcun legame con l’Iran venisse comunicato, mette in evidenza il rapporto: “Fra il 2001 e il 2007 due filiali di Hsbc, Hsbc Europa e Hsbc Medio Oriente, hanno realizzato regolarmente queste transazioni con l’Iran tramite la filiale americana”.

Il presidente della commissione d’inchiesta del Senato, Carl Levin, ritiene che i manager della banca fossero al corrente delle transazioni e che abbiano consentito che andassero avanti.

Scandalo Hsbc: si dimette il direttore dell’ufficio di controllo ultima modifica: 2012-07-18T12:20:39+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: