“Settore finanziario sommerso dal debito tecnico”, il report di Appian

I leader globali dei servizi finanziari e assicurativi (fsi) ritengono che le infrastrutture e le applicazioni it di tipo legacy stiano ostacolando le loro aspirazioni in termini di trasformazione del business e gli obiettivi di automazione. La denuncia arriva dal report “Settore finanziario sommerso dal debito tecnico“, commissionato dalla piattaforma Appian e realizzato da The Economist intelligence unit tramite su un sondaggio condotto dall’ Economist intelligence unit su oltre 1.000 decisori it (itdm) e dirigenti aziendali senior di società di servizi finanziari, bancari e assicurativi di tutto il mondo.

Secondo l’indagine, la necessità di agilità aziendale, messa in evidenza dai recenti eventi globali, sta inducendo le organizzazioni di servizi finanziari e assicurativi a immaginare da capo il modo di fare business, in un momento in cui è necessario lavorare a un ritmo sempre più accelerato per potersi adattare al cambiamento. In particolare, quasi tre quarti (71%) degli intervistati di aziende dei settori finanziario e assicurativo hanno dichiarato che la crescita delle richieste di progetti tecnologici supera la crescita del budget it, che è superiore alla media globale del 64%.

Dal sondaggio è emerso inoltre che:

  • l’87% degli intervistati afferma che la propria organizzazione ha incontrato difficoltà operative nell’affrontare le sfide poste dalla pandemia;
  • l’81% dei leader fsi dichiara che la propria organizzazione ha bisogno di migliorare l’infrastruttura it e le applicazioni per adattarsi meglio ai cambiamenti esterni;
  • Il 44% dei decisori it ritiene che la collaborazione inadeguata tra la funzione it e le unità di business sia una delle principali barriere alla digitalizzazione; lo stesso dato è pari al 27% quando a rispondere sono i decisori aziendali.

Il report “Settore finanziario sommerso dal debito tecnico” di The Economist intelligence unit evidenzia inoltre che l’automazione è ritenuta una delle tecnologie più importanti per i prossimi 12 mesi dal 31% dei dirigenti di società globali di servizi finanziari. Più di un terzo (34%) dei decisori it ritiene che la riduzione o l’eliminazione dei sistemi it di tipo legacy aiuterebbe maggiormente la loro organizzazione a raggiungere gli obiettivi di automazione. Tuttavia, solo il 17% dei decision maker dei servizi finanziari ritiene che l’abbandono dei sistemi it di tipo legacy sarebbe un fattore chiave per aiutare le loro aziende ad abbracciare l’automazione.

I servizi finanziari e le compagnie assicurative devono rafforzare la collaborazione tra i team it e le unità di business che servono. Entrambi i gruppi riconoscono la necessità di collaborare di più per soddisfare le loro ambizioni digitali e di automazione velocemente e con elevati livelli di qualità e sicurezza. Il rapporto presentato oggi dimostra che lavorando insieme, modernizzando sistemi legacy datati e adottando metodologie di tipo agile, le imprese possono superare le barriere alla digitalizzazione“, ha dichiarato Michael Heffner, vp of solutions e industry go-to-market di Appian.