Silvio Pagliani, co-fondatore di Immobiliare.it: “Ecco Mutuiamo, la nuova società di mediazione creditizia a distanza”

Ogni giorno su Immobiliare.it migliaia di utenti interagiscono con il calcolatore della rata dei mutui presente nelle schede degli immobili. Spesso questi utenti non hanno ancora trovato casa e vogliono capire se possono comprarla, oppure stanno valutando un acquisto e vogliono saperne di più sui vari prodotti finanziari offerti dagli istituti di credito. Conoscevo Donato Ruberto da anni e un giorno abbiamo iniziato a parlare della possibilità di offrire una consulenza a distanza sui mutui a queste persone, come già succede in altri Paesi”. Silvio Pagliani, co-fondatore di Immobiliare.it, racconta così il modo in cui, da una chiacchierata, è nata Mutuiamo, la società di mediazione creditizia della compagnia.

Quali riflessioni avete fatto?

Proseguendo in queste discussioni ci è sembrato evidente che ci fosse una necessità a cui non veniva data una risposta. Questo perché i broker online, cioè i classici comparatori, e le società di mediazione creditizia offrono consulenza a utenti che in massima parte hanno già trovato casa e quindi hanno dinamiche di comportamento molto differenti. Da qui è nata l’idea di Mutuiamo. Come Immobiliare.it siamo azionisti anche della società di mediazione creditizia Euroansa. Mutuiamo ed Euroansa viaggiano su binari paralleli, fornendo consulenza a utenti che si trovano in fasi diverse e per questo non sono in competizione.

Qual è il vostro modello di business?

Mutuiamo, tramite i suoi credit advisor, fornisce consulenza gratuita e a distanza a chi ha
la necessità di accendere un mutuo per l’acquisto di un immobile. Dopo la valutazione della
situazione di ogni singolo utente e dell’immobile di suo interesse, i professionisti di
Mutuiamo verificano la fattibilità dell’operazione e stimano in anticipo la rata del mutuo, assistendo poi il cliente in tutte le fasi del finanziamento. Quando la pratica va a buon fine
gli istituti di credito ci riconoscono una commissione, la cui misura viene determinata
in funzione di alcune variabili, quali la tipologia di prodotto o del servizio oggetto di
mediazione.

Com’è strutturata la società?

Attualmente Mutuiamo conta 25 dipendenti a Roma, fra credit advisor e altre figure professionali impiegate in diversi dipartimenti (marketing, finance, ad esempio). La società è iscritta all’Oam, organismo competente in via esclusiva e autonoma per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi.

E come prevede di strutturarsi crescendo?

Lo scorso anno abbiamo validato il modello e abbiamo pian piano aumentato i volumi che quest’anno contiamo di far crescere ulteriormente. Per fare questo puntiamo ad assumere nuovi credit advisor, supportando la copertura capillare del servizio su tutto il territorio nazionale, e ad aumentare ulteriormente l’offerta di tipologie di mutuo, così da fornire agli utenti un servizio ancora migliore.

La nostra attuale sede si trova a Roma ed è in questa città che continueremo a lavorare. Per ampliare il team di credit advisor siamo alla ricerca di 50 nuove risorse, attraverso un processo di recruiting in collaborazione con diversi atenei.

Che obiettivi vi siete dati per il 2021 e più a lungo termine a livello di business?

Quest’anno abbiamo l’obiettivo di offrire la nostra consulenza a oltre 50.000 utenti, raddoppiando così il numero di persone supportate nel 2020. Per farlo prevediamo forti investimenti sia in termini pubblicitari che, come detto, di incremento dell’organico nella sede di Roma.