Sopaf, soddisfatte le sopensive dell’operazione di rimodulazione del debito

L’Accordo Modificativo del Contratto di Finanziamento sottoscritto il 26 settembre 2007 con UniCredit S.p.A. (in qualità anche di capofila), Banca Popolare di Milano S.c.r.l, Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Barclays Bank PLC e Banca Popolare di Sondrio S.c.p.A., tale Contratto di Finanziamento venne sottoscritto nel contesto dell’acquisizione da parte della società delle partecipazioni in Banca Network Investimenti S.p.A., Area Life International Assurance Limited e Aviva Previdenza S.p.A..

L’Accordo Intercreditorio sottoscritto con UniCredit S.p.A., Banca Popolare di Milano S.c.r.l., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Barclays Bank PLC, Banca Popolare di Sondrio S.c.p.A., Banca Popolare di Novara S.p.A. e Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A., volto, più specificatamente, a disciplinare i rimborsi anche anticipati obbligatori – con particolare riferimento a quelli derivanti dalle dismissioni di assets – previsti nell’Accordo Modificativo e negli Accordi di Riscadenziamento nonché le modalità di intervento e di esercizio dei rimedi da parte del Pool di Banche e delle Banche Bilaterali al verificarsi dei c.d. Eventi Rilevanti (i.e. le circostanze che legittimino la risoluzione, il recesso o la decadenza dal beneficio del termine da parte del rispettivo finanziatore) ai sensi dei rispettivi contratti di finanziamento.

Pertanto i summenzionati accordi devono considerarsi pienamente efficaci a partire dal 18 novembre 2010.

Sopaf, soddisfatte le sopensive dell’operazione di rimodulazione del debito ultima modifica: 2010-12-20T15:21:13+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: