Spagna, maggiori rischi per le banche rispetto al 1993

Diminuisce il grado di copertura da possibili perdite su crediti per le banche spagnole. È quanto emerge da un’analisi di Nomura, in un report rilanciato sul web dal Financial Times.

Le condizioni appaiono più critiche rispetto alla crisi che il paese dovette affrontare del 1993, culminata col collasso di Banesto. Mentre l’aumento dei prestiti “non performing” sembra infatti seguire una dinamica identica a quella di sedici anni fa, risultano invece inferiori gli accantonamenti e le svalutazioni.

Secondo gli analisti di Nomura il fenomeno è dovuto a diversi fattori, tra i quali determinanti sarebbero le prospettive economiche della Spagna: all’epoca l’economia spagnola tornò a crescere tra il 1994 e il 1995 con un tasso di incremento medio del Pil del 2,6% annuo; mentre le previsioni attuali prospettano una ulteriore recessione per il 2010 e di un anemico +1,1% nel 2011, alla quale si accompagna una minore copertura delle eventuali perdite.

Spagna, maggiori rischi per le banche rispetto al 1993 ultima modifica: 2009-10-20T09:27:07+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: