Stefano Grassi, direttore commerciale e ad di Credipass: “Siamo un’azienda rete centrica che investe molto nella gestione del rapporto con il cliente”

Cominciamo dai numeri. Quanti dipendenti avete?

Trentasette. Oltre all’amministrazione, al commerciale e agli informatici abbiamo un ufficio audit, uno per la gestione della rete e un back office.

Ci illustra brevemente il modo in cui funziona l’ufficio rete?
Nell’ufficio sono impiegate tre persone, che hanno il compito di creare e tenere aggiornato un archivio di tutti i documenti relativi ai nostri 250 agenti in mediazione, garantendo una verifica costante dei loro requisiti e dell’attività da essi svolta. Nel momento in cui un soggetto diventa un nostro agente viene creato un dossier digitale, e in parte cartaceo, soggetto ad aggiornamenti continui, in modo da avere sempre informazioni dettagliate e non obsolete. Così, se per caso si verificano problemi o la condotta di un agente risulta non corretta, possono essere presi i provvedimenti opportuni.

Come siete organizzati a livello informatico?
Tutto quello che riguarda l’information technology è gestito dall’interno. Abbiamo tre programmatori che sono nostri dipendenti. A loro abbiamo affidato il compito di creare la nostra piattaforma, che mette in comunicazione tutti i settori dell’azienda, dalla rete commerciale all’amministrazione. Questo ci consente di apportare tutte le modifiche e gli aggiornamenti di cui abbiamo bisogno in tempi estremamente rapidi e di ridurre i costi legati a questi interventi, che se appaltati all’esterno sono in genere abbastanza elevati.

È vero che ogni vostro agente in mediazione ha un proprio sito web?
Sì, è un sito che viene messo a disposizione dalla nostra società gratuitamente. In questo modo garantiamo, attraverso delle campagne Google AdWords, che ogni mese agli agenti della rete arrivino in maniera automatica una serie di nominativi dal web. A ciò si aggiunge un call center interno che chiama i clienti, verifica la loro disponibilità a ricevere una nostra consulenza e in caso di risposta affermativa invia una segnalazione alla rete degli agenti tramite la nostra piattaforma informatica.

Quanto avete investito invece in formazione?
Abbiamo fatto investimenti significativi. Per quanto riguarda quella obbligatoria collegata all’Oam abbiamo selezionato un scuola esterna, mentre per tutto ciò che è collegato all’Ivass provvediamo anche in questo caso internamente, grazie a un nostro formatore. Nel corso dell’anno, inoltre, organizziamo per i nostri dipendenti e agenti in mediazione dei momenti specificamente dedicati alla formazione, sia sul piano giuridico che commerciale.

Che progetti avete in cantiere?
Noi di Credipass siamo una azienda “rete centrica”, con una mission ben precisa: offrire ai propri agenti in mediazione tutte le facilitazioni possibili nell’incontro con i clienti. Chi fa questo lavoro, generalmente, ha un’esigenza ben precisa, quella di incontrare quotidianamente soggetti a cui proporre contratti. Partendo da questo assunto, quello su cui la nostra società ha deciso di concentrarsi è proprio il rapporto con il cliente. Questo ci ha portato, ad esempio, a orientarci verso il mondo dell’immobiliare, divenendo partner esclusivi di molti network sia a livello internazionale che nazionale e locale, tra cui, per fare alcuni nomi, Re/Max, Retecasa, Immobiliare San Pietro. Chiaramente, non potendo più fornire compensi in denaro, quello che offriamo a questi network sono servizi. È nata così Casapass, una società del gruppo che ha come obiettivo quello di realizzare e mettere a disposizione delle agenzie immobiliare una serie di servizi funzionali alla loro attività specifica. Chiaramente tra l’attività finanziaria e quella immobiliare c’è un aseparazione assoluta. Oltre a questo cerchiamo continuamente di offrire ai clienti strumenti innovativi, come il nostro “bilancio familiare”, che permette di effettuare un’analisi delle entrate e delle uscite di un nucleo familiare formulando al tempo stesso delle previsioni di medio e lungo periodo, sulla base della quali i nostri agenti elaborano delle proposte attagliate sulle specifiche esigenze dei suoi componenti. Questo perché noi non consideriamo i nostri “clienti one shot”, ma cerchiamo di assisterli durante l’intera durata del rapporto con la nostra società.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Grassi, direttore commerciale e ad di Credipass: “Siamo un’azienda rete centrica che investe molto nella gestione del rapporto con il cliente” ultima modifica: 2013-07-01T17:23:09+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: