Stefano Grassi, presidente​​ Affida: “Ci prepariamo ad acquisire altre partecipazioni e puntiamo su immobiliare e web”

1168

Grassi, Affida 2“Il 2019 si è chiuso con un intermediato a 9 cifre e presenteremo il primo bilancio con un risultato già molto positivo. Considerato che abbiamo iniziato a ‘erogare’ solo da giugno, ci possiamo ritenere decisamente soddisfatti”Stefano Grassi, presidente di Affida, sintetizza così i risultati ottenuti l’anno scorso, annunciando che quello da poco iniziato sarà dedicato al consolidamento dei tanti progetti già avviati, da quella che può già essere considerata come una realtà primaria del settore della mediazione creditizia.

Visti i risultati si può considerare conclusa la vostra fase di rodaggio?
Direi di sì. Nei mesi scorsi, oltre a mettere in piedi la struttura, abbiamo premuto con decisione sull’acceleratore per avviare iniziative e progetti finalizzati a creare solide fondamenta per il nostro futuro. Abbiamo investito in Henia, broker assicurativo partecipato dalla capogruppo Hunica, di cui fa parte anche Affida: dopo aver acquisito il 10% della società ci prepariamo a rilevare una quota analoga. Abbiamo puntato sulla controllata ZetaRent, per il noleggio a lungo termine. Stretto importanti partnership nel settore immobiliare, lavorando su tre direttrici: accordi con reti locali di agenti, tra cui AreaRE e Sirio Immobiliare; collaborazioni con portali immobiliari​​; e il progetto con la piattaforma AlleaRE, che offre servizi agli agenti immobiliari, di cui acquisiremo una quota, dal partner Weunit/Fondocasa e con cui abbiamo siglato anche un’intesa per la formazione dei nostri agenti, integrando così il nostro già ben avviato Campus interno. Sempre sul fronte immobiliare ci stiamo dedicando anche al comparto aste e npl, attraverso una new-co denominata Aggiudica-re, controllata da Hunica. Abbiamo inoltre messo a segno un’importante acquisizione nel mondo cessione del quinto, che ci sta dando grandi soddisfazioni, oltre ad aver acquisito una quota di TK-Credigo, per essere presenti, in modo specializzato, anche nel mondo imprese. Lato prestiti personali infine, abbiamo avviato un progetto che vede il coinvolgimento di figure dedicate, guidate da un key account manager molto esperto; lo stesso modello lo stiamo adottando anche per il credito al condominio. Nel corso del 2020 le nostre energie saranno concentrate principalmente sulla messa a regime e il consolidamento delle iniziative già avviate. Ciò non esclude completamente il lancio di nuovi progetti ma quello che ci interessa al momento non è la quantità, già presente, quanto piuttosto la qualità.

Come sta crescendo la rete?
L’obiettivo per il 2020 è arrivare, dagli attuali 180, ai 300 collaboratori. A coloro che scelgono di lavorare con noi offriamo una struttura solida e perfettamente avviata, che conta al momento 20 dipendenti meravigliosi, che lavorano anche al sabato e che garantiscono copertura anche al di fuori dei canonici orari d’ufficio, attraverso un sistema di turnazione; ottime convenzioni con tutti i principali istituti di credito, che ad oggi sono 29, più altre in corso di definizione; provvigioni importanti, trasparenti e puntuali; contest a premi e soprattutto grandi prospettive di crescita.

Avete altri progetti in cantiere?
Stiamo puntando molto sul web. Presto apriremo nel sito un’area riservata agli agenti immobiliari per l’accesso ai servizi a loro dedicati. Abbiamo inoltre creato landing pages per tutti i nostri agenti, anche per l’avvio di campagne adwords su google e facebook, finalizzate all’ottenimento di leads, che vengono scremati dal nostro call center e da un chatbot. A questo proposito una menzione specifica merita l’accordo che abbiamo stretto con Money.it, portale che è ormai un punto di riferimento per le notizie in ambito finanziario. Grazie al nostro preventivatore presente sul sito riceviamo circa 300 lead al mese, che si aggiungono a quelli di provenienza diretta e a quelli derivanti dalle altre partnership concluse.

Leggi anche: Affida, il video racconto della prima convention