Stress test ok anche per Banca Monte dei Paschi

Come riporta il comunicato stampa del gruppo, “in conseguenza dello shock ipotizzato, il Core Tier 1 consolidato atteso di Banca Monte dei Paschi di Siena salirebbe al 6,3% in caso di scenario avverso nel 2012 rispetto al 5,8% di fine 2010. Il risultato include gli effetti delle misure annunciate e previste fino al 30 aprile 2011 con il pieno impegno dell’istituto e non tiene conto di eventuali azioni di attenuazione che dovessero essere intraprese in futuro da Banca Monte dei Paschi di Siena. Tenuto conto delle “other measures” riconosciute dall’Autorità di Vigilanza italiana come strumenti già in essere e pienamente in grado di garantire la “loss absorption”, il ratio patrimoniale di Banca Monte dei Paschi di Siena in condizioni di stress si attesta all’8,8%, includendo, appunto, nel coefficiente patrimoniale le azioni sottostanti il Fresh 2008 (circa 85bps) ed il contributo dei Tremonti Bond (168 bps). Al netto di quest’ultimo contributo, ipotizzando il rimborso in tempi brevi dello stesso, ed includendo l’atteso beneficio derivante dall’operazione di valorizzazione del patrimonio immobiliare (circa 40 bps), il ratio si attesterebbe al 7,6%”.

Stress test ok anche per Banca Monte dei Paschi ultima modifica: 2011-07-19T14:31:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: