Tassi di usura da luglio a settembre 2009

La Banca d’Italia stabilisce trimestralmente in base alla legge n° 108 del 7 marzo 1996 i tassi massimi d’interesse per un prestito o per un finanziamento superati i quali subentra il reato di usura, che non può essere superiore al 50% del tasso effettivo globale medio registrato nel trimestre precedente.


Tassi di interessi medi per i mutui nel periodo 1 gennaio – 31 marzo 2009 con applicazione dal 1 luglio al 30 settembre 2009:

  • Mutuo a tasso fisso 4,46%

  • Mutuo a tasso variabile 3,39%


Tassi anti-usura dal 1 luglio al 30 settembre 2009:

  • Mutuo a tasso fisso 6,690%

  • Mutuo a tasso variabile 5,085%

La Banca d’Italia ha emanato lo scorso 12 agosto le nuove Istruzioni sulla rilevazione trimestrale dei tassi effettivi globali (TEG) medi utilizzati per la individuazione dei tassi soglia ai fini della normativa in materia di usura.

Le Istruzioni prevedono tassi soglia inclusivi di ogni onere a carico del cliente, in modo da contrastare le prassi di applicare costi al di fuori del limite anti-usura e consentire verifiche incisive sulle condizioni economiche applicate alla clientela.

Verranno, tra l’altro, considerati ai fini della definizione del tasso soglia le polizze assicurative, i compensi per i mediatori, nonché tutte le forme di remunerazione diverse dal tasso di interesse, come le commissioni di massimo scoperto e quelle per la messa a disposizione dei fondi nei limiti e alle condizioni consentiti dal legislatore. Per i compensi di mediazione è stata introdotta anche un’apposita rilevazione al fine di fornire un parametro specifico per valutare l’usurarietà di una componente di costo di rilievo e variabilità considerevoli, ma sinora priva di limiti definiti.

L’intervento determina una discontinuità nella serie storica dei tassi soglia rispetto al passato. I nuovi tassi saranno tuttavia maggiormente confrontabili con il tasso previsto dalle disposizioni in materia di trasparenza (TAEG).

In attuazione del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze in tema di “disposizioni transitorie in relazione all’applicazione dell’art. 2 della legge 7 marzo n. 108” (pubblicato in G.U. del 29 luglio 2009), la prima segnalazione basata sulle nuove Istruzioni sarà riferita al trimestre luglio – settembre 2009 e concorrerà alla definizione dei tassi soglia in vigore a partire dal 1° gennaio 2010; le disposizioni transitorie consentiranno agli intermediari un passaggio graduale al nuovo impianto normativo.

Le nuove Istruzioni in materia di usura, unitamente alla recente revisione della disciplina di trasparenza e all’avvio del nuovo sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie (Arbitro Bancario Finanziario), contribuiranno a incrementare la tutela degli utenti dei servizi bancari e finanziari e la correttezza nelle relazioni tra intermediari e clienti, in un contesto di controlli rafforzati da parte della Banca d’Italia.

Leggi le Istruzioni

vis. 617

Tassi di usura da luglio a settembre 2009 ultima modifica: 2009-09-02T13:03:49+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: